La Blockchain è una piattaforma per la gestione di transazioni e scambi di informazioni

Blockchain nuovo paradigma per la gestione delle informazioni

Federico Malleni - Ingegnere, BIM Manager Bonifica SpA 17/05/2018 2336

Che cosa è la Blockchain?

La Blockchain è una piattaforma (tecnologia) per la gestione di transazioni e scambi di informazioni, la rappresentazione digitale di quattro concetti: decentralizzazione, immutabilità, trasparenza e sicurezza.

È la tecnologia di base delle criptovalute, ma rivoluzionerà anche settori molto lontani dal mondo della finanza.
Cerchiamo di capire concretamente di cosa si tratta.

La Blockchain (letteralmente “catena di blocchi”), è un registro decentralizzato che archivia asset e transazioni su una rete “peer to peer” sottoforma di blocchi. 
I blocchi sono gestiti tramite crittografia dai (nodi) partecipanti alla rete che verificano, approvano e successivamente archiviano tutti i blocchi con ogni transazione su ciascun nodo. 
Le transazioni validate all’interno dei blocchi sono correlate da un “marcatore temporale” e ogni blocco include “l’hash” che lo identifica univocamente e lo collega al blocco precedente.

Industria delle costruzioni, Blockchain e BIM

La digitalizzazione nel settore delle costruzioni sta portando ad una crescente diversificazione di professioni, attività e processi.

Una specializzazione sempre maggiore significa conoscenza implementata, migliore qualità, maggiore produttività, tuttavia più frammentazione nella gestione delle informazioni tra gli Stakeholders.
Negli ultimi anni, una quota sempre crescente di informazioni relative al ciclo di vita di un’opera è gestita attraverso processi orientati al BIM.
È importante notare come la modalità di gestione delle informazioni ha dei risvolti significativi a livello legale, in quanto le stesse informazioni possono essere utilizzate in caso di controversie e contenziosi. 

Diversi autori hanno identificato queste questioni legali come ostacoli all'adozione della metodologia BIM e messo in guardia sull'incertezza giuridica associata ai seguenti interrogativi: chi possiede il modello? Chi ha i diritti di modifica? Chi è responsabile per eventuali errori? Chi è responsabile dell'accuratezza e della correttezza dei modelli? Come proteggere la proprietà intellettuale digitale?

Nel processo tradizionale di realizzazione delle opere basato sulla produzione di documenti, le conseguenze legali sono generalmente concentrate in una serie di supporti cartacei firmati, timbrati e ben rilegati. 
In tal modo, individuare il copyright sulle informazioni e le relative responsabilità non è certamente un problema. 

In un processo orientato al BIM le informazioni e l’asset di dati sono distribuiti tra uno o più modelli, in cui il più banale attributo di un “blocco” è un'entità con una storia, un origine, un proprietario e di conseguenza un significato legale.
Questo problema viene affrontato dalle “BIM best practices” che definiscono linee guida sempre più dettagliate comprendenti questioni organizzative e legali. Tuttavia ci si affida ancora a strumenti e soluzioni legate al mondo della carta per affrontare i problemi nell'ambiente digitale.

La tecnologia Blockchain può essere, e sarà, il nuovo paradigma per la gestione delle informazioni.

Come già descritto, tecnicamente, la Blockchain è una catena di blocchi di informazioni, ma cosa rende speciale questa tecnologia?

  • la catena di blocchi viene copiata su più dispositivi;
  • una volta creato, il contenuto dei blocchi non può essere modificato; 
  • nonostante i dati vengano copiati su diversi dispositivi, l'algoritmo di creazione dei blocchi assicura che non ci siano conflitti e tutte le copie siano identiche.

Ciò si traduce in due caratteristiche che generalmente non sono disponibili nei database tradizionali:

  • L'intera cronologia dei dati con tutte le sue modifiche, nonché i metadati (timestamp, informazioni sull'autore) sono registrati e protetti con l'equivalente di una firma digitale crittograficamente forte.
  • La gestione delle informazioni non è centralizzata e non ha bisogno di un'autorità “terza”.

Entrambe le caratteristiche soddisfano la natura collaborativa di scambio di informazioni tipica di un processo orientato al BIM: le informazioni dalla pianificazione alla costruzione vengono copiate nella Blockchain che a sua volta viene copiata tra le workstation dei collaboratori al progetto. 

L’enorme impatto che la Blockchain avrà nella gestione del flusso informativo dei dati e di asset nei settori produttivi, sarà il tema centrale dell’evoluzione tecnologica dei prossimi anni.

Analizziamo quali potrebbero essere alcuni utilizzi della Blockchain nell’industria delle costruzioni:

  • strumento per gestire e registrare le modifiche apportate ai modelli BIM e più in generale gli avanzamenti durante tutte le fasi di progettazione e costruzione (registro di costruzione, dei lavori eseguiti e delle quantità di materiale approvvigionato in cantiere). Gli aggiornamenti istantanei di ogni singolo membro del team inoltre, incoraggerebbero gli altri a rimanere costantemente concentrati sui compiti assegnati come risultato del monitoraggio continuo dei progressi. Questo elemento può consentire un approccio più immediato in termini di processo decisionale e aumentare la responsabilità tra le varie parti.
  • registro di “smart contract” (protocollo digitale costruito all'interno della rete Blockchain che contiene tutte le informazioni necessarie sull'accordo contrattuale e le condizioni alle quali il contratto sarà considerato come completato ed eseguibile): ad esempio far corrispondere un pagamento ad un SAL, o più in generale eseguire in maniera automatica attività che soddisfano il concetto “se…allora…”, senza l’ausilio di terze parti.
  • memoria sicura dei dati sensibili dei sensori nella fase di manutenzione della struttura.

Sarà necessario rivedere e integrare lo schema di ACDat proposto all’interno delle norme che attualmente contempla quattro ambienti/fasi/funzioni, in relazione ai flussi informativi previsti nei processi digitalizzati (lavorazione, condivisione, pubblicazione, archiviazione); il tutto nell’ottica di ottimizzare e sfruttare le potenzialità  della  Blockchain.

blockchain.JPG