Design monolitico e cemento faccia vista per il Foro Boca – Rojkind Arquitectos

foro-boca-concert-hall-1.jpg
Un’imponente composizione di volumi puri in calcestruzzo, dei veri e propri monoliti in cemento armato faccia a vista sulla cui superficie si legge chiaramente la trama dei pannelli disposti in diagonale a formare un pattern materico-decorativo: è il Foro Boca, la sala da concerti affacciata sull’oceano progettata da Rojkind Arquitectos per ospitare l'Orchestra Filarmonica di Boca del Rio, in Messico.
foro-boca-concert-hall-2b.jpg 
Una sorta di titanica scogliera in cemento, frastagliata come la parete rocciosa antistante che effettivamente emula; l’edificio è costituito da immensi blocchi caratterizzati da facce diversamente inclinate, uno dei blocchi è sollevato dal terreno determinando una tettoia a sbalzo a protezione dell’ingresso che si estende fino a coprire parte di nuova piazza pubblica.

foro-boca-concert-hall-2a.jpg
La nuova piazza è protetta da un lato dall’aggetto dell’edificio ed è delimitata verso l’oceano da una frastagliata parete in cemento che ripropone l’andamento della scogliera sottostante offrendo viste mozzafiato; il tema della costa frastagliata continua nella pavimentazione costituita da una serie di bassi gradoni, quasi una piattaforma tettonica, dalla forma irregolare.
foro-boca-concert-hall-4.jpg
Considerando la posizione del progetto sul mare e l'esigenza di mantenere inalterati nel tempo il colore e la texture della facciata, è stato progettato un calcestruzzo speciale, un prodotto esclusivo per Foro Boca, che ha unito le caratteristiche estetiche del colore e della finitura del rivestimento in calcestruzzo scelto dai progettisti con quelle specificatamente tecniche per aumentare la durata delle strutture nelle aree costiere ad alta concentrazione di agenti aggressivi come solfati e cloruri.
foro-boca-concert-hall-5.jpg
Il Foro Boca è la prima sede permanente della Orchestra Filarmonica di Boca del Rio un'organizzazione nota per la sua eccellenza musicale e il suo importante programma filantropico, che fornisce educazione corale e orchestrale dopo scuola ai bambini della fascia a basso reddito della città. Posizionato strategicamente a pochi passi da Avenue Zamora, la via in cui trovano posto tutti i principali ristorante della città, mentre crea una nuova agorà pubblica per residenti e visitatori, il Foro Boca è destinato a diventare un'attrazione culturale nella regione.
foro-boca-concert-hall-6.jpg
In effetti il progetto fa parte di un più ampio masterplan, come spiegano gli architetti: "La posizione del Foro Boca intende articolare la dinamica della parte centrale della città con il viale costiero e ha l'obiettivo di funzionare come catalizzatore urbano in grado di rivitalizzare un’area attualmente degradata"
foro-boca-concert-hall-7.jpg
Per questo è parte integrante del progetto anche la riqualificazione dello spazio pubblico circostante, con la trasformazione del molo in uno spazio ludico e la creazione di una piazza antistante l’auditorium in cui si terranno eventi all’aperto connessi all’attività del Foro Boca; la Filarmonica ha già iniziato a proiettare film e concerti sulle immense facciate dell'edificio.
foro-boca-concert-hall-8.jpg
La sala concerti, ospitata nel blocco più alto e più ampio, è auditorium all'avanguardia, risultato della conoscenza tecnica di specialisti stranieri e locali in acustica, ottica e meccanica teatrale. Viene considerata come uno spazio per musica classica, tradizionale e pop e ospita un pubblico di 966 persone, avendo anche la possibilità di ospitare spettacoli di danza o opere teatrali, così come il cinema. Inoltre, una sala più piccola (150 spettatori) può servire per concerti da camera, cinema e presentazioni di danza contemporanea.

foro-boca-concert-hall-9.jpg
L'interno della sala da concerto mostra l'accostamento di pareti rivestite in legno e pareti in cemento faccia vista che ripropongono la texture della facciata esterna

foro-boca-concert-hall-10.jpg
La parte posteriore dell’area è composta da sale prova per percussionisti, pianisti e performer solisti, compreso uno studio di registrazione. Presenta spogliatoi generali, per privati, ospiti e direttore della Filarmonica. Queste aree sono state concepite per combinare la routine quotidiana dell’orchestra con le esigenze delle altre attività, come ad esempio una performance teatrale. L’edificio presenta, inoltre, una zona uffici e una biblioteca musicale. In tutti questi spazi, il Foro Boca sarà in grado di offrire workshop, corsi e organizzare festival.
foro-boca-concert-hall-11.jpg
L’area pubblica dell’edificio dispone di un vestibolo a tre livelli che permette l’accesso alle sale; tra le piattaforme che lo compongono, gli spazi sono progettati in modo che i concerti solisti e da camera, performance di danza e spettacoli teatrali possano essere tenuti contemporaneamente. L’ultimo piano dispone di una terrazza con vista su fiume e mare. L’edificio ha anche una caffetteria e un ristorante.
Dall’esterno, con i suoi volumi che rievocano i blocchi frangiflutti in cemento reinterpretati ad una nuova scala, il Foro Boca richiama in qualche modo iconici centri culturali brutalisti tipo il National Theatre di Londra (1976).
Che si tratti di “new brutalism” o di sperimentazione di modellazione volumetrica e tattile del cemento, sicuramente la vista dell’edificio stagliata sull’oceano procura una piacevole sorpresa architettonica determinando un particolare contrasto con l’architettura storica della vicina Veracruz.

immagini: www.dezeen.com

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su