SENTENZA DE L'AQUILA:LA POSIZIONE DI STEFANO CALZOLARI, PRESIDENTE DELL'ORDINE DEGLI INGEGNERIDI MILANO

15/12/2012 2988

SENTENZA DE L'AQUILA:
LA POSIZIONE DI STEFANO CALZOLARI, PRESIDENTE DELL'ORDINE DEGLI INGEGNERI
DI MILANO

La sentenza dell'Aquila, che ha condannato a sei anni per omicidio colposo plurimo gli esperti e gli scienziati
della Commissione Grandi Rischi, è una brutta pagina per il Paese, per la società civile e per i professionisti.
Gli effetti della sentenza possono essere gravemente fuorvianti per la popolazione, poiché portano a
credere che vi siano responsabilità sulla “previsione” dei terremoti, allontanando invece l’attenzione dalla
“prevenzione” contro i terremoti, che è l’unica certezza oggi a disposizione della collettività, a tutela del
valore della vita.
Invece si dovrebbero invertire le priorità e investire subito nella direzione di una vera prevenzione, dato che
resistere al sisma si può e gli edifici del nostro Paese potrebbero essere efficacemente ristrutturati per
ottenere questo scopo cruciale per la vita.
Questo è un Paese che investe troppo poco nella cultura della prevenzione e che non effettua pianificazioni
strategiche di lungo periodo. Nei tavoli dei “decisori” c’è una preoccupante carenza di Ingegneri e di altri
rappresentanti delle Professioni tecniche, capaci di conferire una cultura specifica e un diverso approccio ai
rischi che il nostro territorio puntualmente ci presenta.
Non dovrebbe avvenire così in un Paese “normale”.
Il risultato è abnorme, paradossale, tardivo, lontano dalla realtà dei fatti.
Come cittadino-ingegnere mi sento profondamente deluso dalla cultura giustizialista imperante, più
interessata a trovare capri espiatori che a perseguire gli autori di abusi, facili condoni e violazioni normative
di ogni genere e tipo.
Ci vuole prevenzione! Questo è un tema fondamentale per la politica italiana e per la crescita del Paese:
accanto ad un indispensabile piano di rilancio industriale ritengo altrettanto necessario un piano per la
salvaguardia del nostro patrimonio edilizio, delle nostre città, del nostro paesaggio e dell'ambiente.
Lo sconcerto dei professionisti è forte, ma speriamo che questa pagina infelice serva almeno a porre
l'accento su temi tanto cruciali per il nostro futuro.
E' possibile contattare il Presidente Calzolari per ottenere un intervento diretto.
Contattare LUCA MONTANI, Ufficio Stampa Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano
3387644041 ufficiostampa@ordineingegneri.milano.it