Verso il Total BIM nelle infrastrutture lineari con Bonifica S.p.A

Federico Malleni - Ingegnere, BIM Manager Bonifica SpA 21/08/2018 3776

BONIFICA S.p.A. è una tra le più importanti società di Ingegneria italiane nel settore della progettazione infrastrutturale operante sia in Italia che all’estero nella gestione di commesse di notevole importanza. 
La società ha sempre riservato uno sguardo attento ai processi innovativi ed oggi si pone all’avanguardia proprio per quel che concerne l’uso del BIM,  delle correlate componenti tecnologiche, informative e dei software specialistici emergenti negli ambiti della progettazione e realizzazione delle infrastrutture.
Le suddette componenti, accanto alla concreta possibilità di accesso a “Dati Open”, hanno aperto per la società scenari nuovi indicandole la strada verso una progettazione sempre più automatizzata e centrata sulla conoscenza condivisa. 

Bonifica S.p.A. vanta esperienza nel campo della progettazione in BIM di infrastrutture lineari, documentata anche attraverso il Certificato rilasciato dalla Stazione Appaltante  - Regione Lazio -  relativamente alle attività svolte in BIM nell’ambito del progetto definitivo dell’adeguamento al tipo B di cui al D.M. 05.11.2001 della SR n°2 Cassia.
Sono stati consegnati al Cliente oltre ai tradizionali elaborati (in formato .dwg e/o .pdf) anche i file .IFC delle opere di linea. La disponibilità dei file .IFC è un valore aggiunto per l’Amministrazione in quanto permetterà di fornire, anche con riferimento al trasferimento della gestione ad ANAS, un’importante quantità di dati utili e propedeutici alla produzione del Progetto Esecutivo completamente in modalità BIM.

Progetto definitivo di adeguamento a 4 corsie della SR n.2 Via Cassia

L’adeguamento a 4 corsie della via Cassia è un lavoro che ha previsto la progettazione “ex novo” di circa 32 km di tracciato stradale con vincoli territoriali stringenti e ambiti di alto valore paesaggistico, archeologico ed ambientale. 

L’implementazione iniziale della metodologia di progettazione ha previsto: 

  • La definizione delle responsabilità delle figure coinvolte ai fini della modellazione e della gestione informativa; 
  • L’organizzazione delle cartelle di lavoro funzionale alle caratteristiche di un ACData; 
  • La creazione di librerie di componenti e di template personalizzati; 
  • Un attento studio orientato all’ottimizzazione dei processi d’interoperabilità. 

L’utilizzo di Tekla Structures (software per la modellazione informativa delle strutture) è stato esteso a tutte le opere di linea in acciaio misto c.a. lungo il tracciato per un totale di 16 cavalcavia (Lunghezza totale = 772 m, Peso totale = 2983 t), 5 viadotti (Lunghezza totale = 960 m, Peso totale = 7200 t) e una copertura in acciaio con funzionalità acustiche lunga 220 m.


malleni-bonifica-spa-1.JPG
1 – Da sinistra: Viadotto Bassanese I; particolare Viadotto Santa Giulia (Vincitore Tekla BIM Award 2017); Cavalcavia CV14 – Foro Cassio. (elaborazioni in Tekla Structures)

Le coordinate di punti sugli assi di tracciamento e sui cigli esportati dal software per la modellazione dell’infrastruttura stradale, sono diventati il dato di partenza per costruire i modelli delle strutture di cavalcavia e viadotti, sfruttando correlazioni geometriche opportunamente implementate in fogli di calcolo EXCEL, fino ad arrivare al “Computational Design” attraverso Grasshopper, il cui unico dato d’entrata è stato rappresentato dalla superficie stradale, rendendo il sistema di progettazione più snello, preciso, controllabile e rapido. 

Le strutture delle opere di linea sono state integrate con il modello del terreno, dell’infrastruttura stradale e delle interferenze idrauliche sensibili di coordinamento tridimensionale, al fine di risolvere problemi di natura progettuale molto complessi in maniera semplice.

I modelli delle opere d’arte sono stati il punto di partenza per le analisi strutturali, di impatto ambientale e per i render. L’interoperabilità tra le differenti discipline ha aumentato la qualità della progettazione e permesso ai diversi progettisti di non lavorare su materiale eterogeneo come spesso accade nei flussi di lavoro tradizionali. 

malleni-bonifica-spa-2.JPG
2 – Interoperabilità e scambio di dati tra Prost/Roads, Grasshopper e Tekla Structures ai fini della definizione della struttura del Cavalcavia CV04 - Cassia; Render Cavalcavia tipo (elaborazioni in 3dsmax).

malleni-bonifica-spa-3.JPG
3 – Viadotti: aspetti formali e architettonici per l’inserimento paesaggistico studiati a partire da modelli 3d creati in Tekla Structures

Tutta la fase di computazione delle opere di linea è stata eseguita partendo dai report restituiti da Tekla Structures, a cui si è trovata una veste funzionale all’inserimento dei dati in maniera speditiva nei programmi utilizzati dai computisti. Alla luce di questa esperienza di progettazione attraverso flussi di lavoro orientati al BIM si è riscontrato:

  • L’ottimizzazione della gestione del lavoro; 
  • La minimizzazione degli errori di progettazione;
  • Il miglioramento della comunicazione delle informazioni di progetto;
  • Il controllo di tutti gli elementi e delle quantità che costituiscono l’opera infrastrutturale ai fini dell’analisi tecnico-economica.

Altri lavori Portfolio BIM

Viadotto VI11 - linea ferroviaria Palermo – Catania

Località: tratta Bicocca - Catenanuova
Tipo di prestazione: gara per l’Appalto Integrato - elaborazione del progetto esecutivo migliorativo
Caratteristiche: Travata metallica a doppio binario del tipo a maglia triangolare chiusa a passaggio inferiore, luce pari a 60,84 m, altezza pari a circa 10 m
malleni-bonifica-spa-4.JPG

Ponte ferroviario – Arco metallico da 78m

Località: linea ferroviaria AV/AC Verona-Padova, sub-tratta Verona-Vicenza 
Tipo di prestazione: Progetto costruttivo a fini promozionali nell’ambito dell’affidamento del progetto esecutivo
Caratteristiche: La tipologia strutturale adottata è quella di arco a spinta eliminata a via inferiore e pareti controventate superiormente. 
malleni-bonifica-spa-5.JPG

Ponte stradale NV56 – Arco metallico da 60m

Località: linea ferroviaria AV/AC Verona-Padova, sub-tratta Verona-Vicenza 
Tipo di prestazione: Progetto definitivo
Caratteristiche: L’impalcato ha una luce di 60 m è costituito da 2 archi reticolari metallici collegati tra di loro tramite controventi (posizionati sull’arco superiore), traversi (posizionati sulla trave inferiore ogni 2,5m) e dal getto di completamento in opera della soletta in c.a. 
malleni-bonifica-spa-6.JPG

Ponte ferroviario Elham

Località: Ben El Dir - Algeria
Anno di costruzione: 2013 - 2014
Tipo di prestazione: Progetto costruttivo
Caratteristiche: Travata ferroviaria a via inferiore, luce 62 m, peso 570 t, soletta in c.a. con giunti trasversali ogni 10 m; spalle su pali 1500
malleni-bonifica-spa-7.JPG

Viaduc Au PK 186

Località: voie Bouira-Alger
Anno di costruzione: 2016 - 2017
Tipo di prestazione: Progetto costruttivo
Caratteristiche: Viadotto stradale con impalcato misto acciaio – cls, luce 148 m, peso 730 t
malleni-bonifica-spa-8.JPG

Viadotto stradale Dres

Località: SS 43 della Val di Non
Tipo di prestazione: Progetto definitivo
Caratteristiche: Viadotto stradale con impalcato misto acciaio – cls ad intradosso variabile di forma parabolica, luce 140 m
malleni-bonifica-spa-9.JPG