Messa in sicurezza e rinforzo strutturale con materiali compositi Fibre Net a L’Aquila

04/04/2019 1038

Materiali compositi fibrorinforzati per la messa in sicurezza, la riparazione e il miglioramento sismico di edifici danneggiati dal sisma

La messa in sicurezza e la ricostruzione post sisma sono processi estremamente complessi. Scriverne con rispetto, soprattutto per chi come noi ha lavorato in questo decennio a L’Aquila, cercando di fornire soluzioni nell’urgenza, è ancor più difficile. La nostra “friulanità” ci indica che siano alcuni interventi fatti negli anni a parlare per noi.

Di seguito solo alcuni esempi di interventi realizzati da Fibre Net nella Ricostruzione de L'Aquila. All'interno del documento scaricabile in PDF la descrizione dettagliata degli interventi.

Tamburo della Basilica delle Anime Sante a L'Aquila

Intervento di messa in sicurezza con cavi ad alta resistenza in Fibra di Aramide

Una delle prime applicazioni di cavi in fibre ad alto modulo è stata la “messa in sicurezza” del tamburo della Basilica delle Anime Sante a L’Aquila a seguito del sisma dell’Aprile 2009. Di fatto, il grave problema che si poneva, a seguito del danno subito dalla Basilica, era costituito dall’impossibilità di accedere in vicinanza della struttura e tantomeno all’interno della stessa.

Fase dei lavori di messa in sicurezza della struttura

Fase dei lavori di messa in sicurezza della struttura

Il tamburo messo in sicurezza. A lavori di restauro compiuti i cavi sono stati facilmente rimossi.

Il tamburo messo in sicurezza. A lavori di restauro compiuti i cavi sono stati facilmente rimossi.

I cavi Betontex Tie disposti alla sommità del tamburo.

I cavi Betontex Tie disposti alla sommità del tamburo.

SCHEDA CANTIERE

PROGETTO Protezione Civile in collaborazione con la società RESIN PROGET di Rovigo
CONSULENZA TECNICA Prof. Credali e Ing. Ussia di ARDEA PROGETTI E SISTEMI srl, ora FIBRE NET S.p.A.

MATERIALI FIBRE NET
Tirante in Fibra di Aramide
Peso di 38 m di tirante: 3,5 kg
Carico di rottura nominale = 18 ton
Carico di rottura misurato = 15 ton
Carico di pretensione = 5000 kg

Condominio Via Maiella, L’Aquila

Interventi di riparazione con miglioramento sismico e restauro conservativo di murature in pietra e laterizio

In un complesso residenziale dei primi anni del Novecento nel centro storico di L’Aquila il rinforzo delle murature perimetrali è stato realizzato con la tecnica dell’INTONACO ARMATO CRM mentre il solaio del sottotetto ha visto l’applicazione di profili pultrusi in GFRP.

A seguito dei danni riportati in occasione del sisma del 2009, l’edificio necessitava di alcuni interventi di riparazione e delle opere finalizzate al miglioramento sismico della struttura.

fibrenet-condominio-aquila-01.jpg

L’edificio al termine dei lavori

 

fibrenet-condominio-aquila-02.jpg

Fase di realizzazione dei rinforzo delle murature esterne con sistema CRM RI-STRUTTURA

fibrenet-condominio-aquila-03.jpg

I profili pultrusi in GFRP posati per il rinforzo del solaio del sottotetto

SCHEDA CANTIERE

OGGETTO_Riparazione e miglioramento sismico di un immobile soggetto a vincolo diretto e classificato “E” a seguito del sisma del 6 aprile 2009
LOCALITA’_L’Aquila, centro storico
COMMITTENTE_Consorzio “Via Maiella–Piazza S. Bernardino”
PROGETTISTI
_Ing. Volfango MILLIMAGGI, Ing. Antonello RICOTTI
IMPRESA APPALTATRICE_CIFOLELLI EDILIZIA srl
REALIZZAZIONE_2015

SISTEMI FIBRE NET

> per CONSOLIDAMENTO MURARIO
SISTEMA CRM RI-STRUTTURA: rete in GFRP maglia 66×66 mm, angolari in GFRP maglia 33×66 mm e connettori in GFRP

> per CONSOLIDAMENTO SOLAIO
SISTEMA PROFILI PULTRUSI: profilo in GFRP IPE 200X100X10

Palazzo Pica Alfieri, L’Aquila

Rinforzo di volte in folio mediante la tecnica della tabicada ‘armata’ con rete in GFRP

Palazzo Pica Alfieri, sito in un’area che ha costituito il centro politico della città sino al XVIII secolo, è uno degli edifici del centro storico di L’Aquila ad aver subito gravi danneggiamenti a seguito del sisma del 2009. Nell’ambito di tali lavori su alcune volte è stata applicata la tecnica “tabicada armata”, un’attualizzazione di una tradizionale tecnica costruttiva catalana.

fibrenet-palazzo-pica-alfieri-02.jpg

 

Schema dell’intervento di consolidamento con la tecnica della Tabicada armata (disegno originale di R. Vetturini)

 fibrenet-palazzo-pica-alfieri-01.jpg

Realizzazione in cantiere dell’intervento di rinforzo: stesura del secondo strato di laterizio

fibrenet-palazzo-pica-alfieri-03.jpg

 

Disposizione dei tiranti e realizzazione dei frenelli

SCHEDA CANTIERE

OGGETTO_Riparazione e restauro di Palazzo Pica Alfieri
LOCALITA’_L’Aquila, centro storico, via Andrea Bafile- Piazza Santa Margherita
PROGETTISTI e DDLL_Ing. Giacomo Di Marco, Ing. Riccardo Vetturini
IMPRESA APPALTATRICE_ ATI Cobar Spa e Aldo del Beato Srl, sotto la direzione tecnica dell'ing. Marco del Beato
REALIZZAZIONE_2016-2017 

SISTEMI FIBRE NET

> per CONSOLIDAMENTO MURARIO
SISTEMA CRM RI-STRUTTURA: rete in GFRP maglia 66×66 mm, angolari e connettori in GFRP

Le attività sperimentali svolte sugli archi in folio rinforzati con la tecnica della tabicada armata sono state supportate in parte da Progetti ReLUIS 2010-2013 e 2014-2017 (filone murature e filone materiali innovativi). Un articolo illustrativo della tecnica applicata è pubblicato dal prof. Antonio Borri in recmagazine 143_2017

SCARICA IL PDF