Più controllo sui costi, maggiore coinvolgimento degli ORDINI: il CROIL scrive al CN Ingegneri

28/05/2019 955

La Consulta Regionale degli Ordini degli Ingegneri di Lombardia (CROIL) ha scritto al Consiglio Nazionale e all’Assemblea dei Presidenti per evidenziare le sue posizioni su alcuni temi che ritiene debbano essere affrontate.

logo_croil-consulta-lombardia-ingegneri.jpg

Formazione continua degli Ingegneri

Il CROIL evidenzia la necessità di procedere, con urgenza, a una revisione ed un aggiornamento delle Linee Guida per la Formazione Obbligatoria, per renderle più aderenti alle esigenze degli Ordini Provinciali, soprattutto in termini di rapporto con le proprie Fondazioni e con le aziende del territorio, e per migliorare la qualità dell’offerta formativa: "gli Ordini Professionali devono avere l’autonomia di erogazione dei CFP in accordo ai disposti del Regolamento (art.4.2 del Regolamento)."

Il CROIL propone quindi l'attivazione di un gruppo di lavoro all’interno dell'Assemblea dei Presidenti che elabori una proposta di revisione, da portare in approvazione da parte del CNI a seguito di un reciproco confronto in tempi brevi.

Migliore organizzazione del Sistema Ingegneristico Italiano

Il CROIL chiede un maggiore coinvolgimento dell'Assemblea dei Presidenti nella realizzazione della "Fondazione della Rete delle Professioni Tecniche". In particolare, "come chiesto in occasione dell'approvazione della mozione congressuale di Roma del 2018, si ribadisce la necessità della costituzione di un Gruppo di lavoro che affianchi il CNI nella proposta di dare vita alla Fondazione della Rete delle Professioni Tecniche, con l’obiettivo di avviare una riflessione per una migliore azione partecipata dall’intero sistema ingegneristico italiano (Rete Professioni Tecniche - CNI - Gruppi di Lavoro - Federazioni Regionali - Ordini Provinciali)"

Situazione economica e finanziaria del CNI

Il CROIL chiede una maggiore controllo sulle spese del CNI e della Fondazione: "In un momento in cui si paventa un aumento delle quote di trasferimento al CNI, occorre avere la massima contezza delle spese afferenti la fondazione e aprire un serio confronto sui bilanci consuntivi del CNI."

OfficinaCNI. Ingegneri italiani verso il 2021

Più controllo sul raggiungimento degli obiettivi prefissati in seno al documento politico di OfficinaCNI: è questo che chiede il CROIL considerato che il CNI è a metà del proprio mandato. Per questo si richiede che "almeno una volta l'anno l'Assemblea dei Presidenti possa apprezzare, insieme al CNI, il livello di attuazione degli obiettivi pianificati, condivisi e sostenuti a livello di programma."

Congresso Nazionale

Il CROIL chiede un maggiore coinvolgimento degli Ordini Territoriali.

Gruppo di lavoro Fiscalità

Per il CROIL "E’ importante, nell’attuale momento di revisione di alcuni criteri di fiscalità generale, riavviare il gruppo di lavoro (CNI, ma con ascolto periodico dell'AdP) sulla fiscalità relativo all’esercizio della professione, per elaborare soluzioni e proposte da sottoporre all'attenzione del Governo e del Parlamento."