Elementi non strutturali, antisismica e resilienza tra i temi del Congresso ISI 2019

Anticipazioni sui temi dei workshop del Congresso ISI 2019: le video interviste a Roberta Mallardo e Paolo Riva

La presentazione del programma ROSA (workshop n.5 e n.6) del Congresso ISI 2019

I temi dei seminari tecnici del Congresso ISI 2019

L'Aquila | 27-28 giugno 

Il programma ROSA: elementi non strutturali, antisismica e resilienza

congresso-isi-aquila-2019-300.jpg

Il programma ROSA della giornata del 28 giugno è dedicato a due temi che, per ragioni diverse, vanno acquisendo di recente sempre più centralità ed attenzione.

Il carattere di attualità del primo argomento, quello dedicato agli elementi non strutturali, trattato nel workshop n.5 di venerdì 28, va ricondotto in particolare alle recenti innovazioni introdotte dalla normativa tecnica per le costruzioni ed assume una particolare importanza per l’eterogenità degli elementi che rientrano in questa categoria. Con il termine elementi non strutturali si intendono infatti tutti quei componenti e sistemi, inclusi gli elementi architettonici, gli impianti e l’ulteriore contenuto, a cui spesso sono associate, come implicazioni prevalenti, le perdite economiche. Non vanno però sottovalutate anche le conseguenze sulla sicurezza delle persone: basti pensare a fenomeni come l’espulsione fuori piano dei tamponamenti o la caduta delle scaffalature nei capannoni industriali.

Se a ciò si aggiunge che il danneggiamento di elementi non strutturali può, in taluni casi, limitare anche la funzionalità delle strutture ospedaliere, non può certo considerarsi eccessiva l’attenzione che le recenti norme tecniche del 2018 hanno riservato a questo argomento; specie nel cointesto di una normativa tecnica sempre più orientata ed impostata secondo criteri prestazionali, diventa di fondamentale rilevanza l’armonizzazione dei livelli di prestazione tra elementi non strutturali e strutturali.

Nel workshop verrà dedicata un’attenzione particolare al tema dell’impiantistica e alle prove di laboratorio.

L’argomento del workshop n.6, ovvero della Resilienza, che dall’ambito tecnico della metallurgia si è esteso solo recentemente al lessico socio-psicologico ed economico per indicare la capacità di sopravvivere e prosperare in situazioni avverse, si caratterizza ancora, sotto certi aspetti, quale tema di ricerca; per esso tuttavia è facile pronosticare una centralità sempre maggiore nei prossimi anni, imprescindibile ai fini di un ampliamento della visione dei programmi di prevenzione che si pongono l’obbiettivo di promuovere entro le nostre comunità, istituzioni e infrastrutture una maggiore capacità di rispondere agli eventi estremi, aumentando al contempo la capacità dei singoli di gestire le circostanze più stressanti.

Nel corso delle relazioni e degli interventi del workshop verranno illustrate alcune esperienze e studi condotti sul nostro territorio allo scopo di incrementare la resilienza delle comunità nei confronti dei disastri naturali attraverso la pianificazione, mitigazione del rischio e risposta post-sismica.

roberta mallardoGuarda la video intervista all'ing. Roberta Mallardo

Le anticipazioni sul WS "Elementi non strutturali, antisismica e resilienza"

 

PAOLO RIVAGuarda la video intervista al Prof. Paolo Riva

Elementi non strutturali e circolare, le novità 


 


Informazioni sul Congresso Nazionale ISI 2019
 sono disponibili su www.congressoisi2019.it e sulle pagine social dedicate


L’Associazione ISI – Ingegneria Sismica Italiana è nata nel 2011 dalla necessità di creare un’organizzazione che rappresenti i protagonisti nei diversi ambiti di questo settore in Italia. La missione dell’Associazione ISI è quella di coinvolgere i diversi attori che operano nell’ambito dell’Ingegneria Sismica Italiana in un gruppo dinamico che li rappresenti e li promuova, organizzando attività di divulgazione del loro lavoro, comunicando con gli organi ufficiali, istituzioni ed enti normatori, con la comunità accademica e scientifica, il mondo industriale e dei professionisti. Ulteriori informazioni e aggiornamenti sul sito www.ingegneriasismicaitaliana.it