“FERMI TUTTI”, il Flash Mob contro la Plastic Tax: le aziende AIPE aderiscono

eps.jpg

La filiera dell'EPS si ferma per un'ora in segno di protesta

Oggi, 5 dicembre, per un’ora dalle 11 alle 12, la filiera dell’EPS si ferma.

Le aziende associate ad AIPE – Associazione Italiana Polistirene Espanso, aderiscono al Flash Mob “FERMI TUTTI” indetto da UNIONPLAST/Federazione Gomma-Plastica per reagire contro l’imposizione della Plastic Tax. L’iniziativa è volta a sensibilizzare sulle ricadute, anche occupazionali, che avrà questa misura economica e a dare massima visibilità alla posizione del settore nei confronti della tassa.

La Plastic Tax, infatti, rischia di affossare la competitività di un settore di eccellenza che ha già intrapreso una transizione verso soluzioni più sostenibili. La tassa, inoltre, non ha alcuno scopo ambientale, ma serve solo ad aumentare il gettito fiscale, gravando sia sulla filiera produttiva che sul consumatore finale.

La scelta della data odierna per la protesta non è casuale: domani, 6 dicembre, è convocato un Tavolo Tecnico al Ministero dove le aziende della filiera potranno ribadire per un’ultima volta la loro contrarietà nei confronti della misura.


Chi è AIPE

Fondata nel 1984, AIPE – Associazione Italiana Polistirene Espanso – ha lo scopo di tutelare l'immagine del polistirene espanso sinterizzato (EPS), contribuire a svilupparne l'impiego, proporsi come riferimento qualificato per l'opinione pubblica e il mercato, favorire la formazione professionale degli addetti. Ad AIPE aderiscono aziende che producono lastre per isolamento termico e manufatti destinati all'edilizia e all'imballaggio; aziende produttrici della materia prima (il polistirene espandibile); società che costruiscono impianti per la lavorazione dell'EPS e per la produzione di sistemi per l'edilizia.

AIPE rappresenta l'Italia in seno all'EUMEPS – European Manufacturers of Expanded Polystyrene – che riunisce le associazioni nazionali dei produttori di EPS.

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su