Influenza dell’interazione cinematica sul momento totale per un palo immerso in un terreno con una discontinuità stratigrafica - C3

L’interazione cinematica palo-terreno è un fenomeno molto studiato già da qualche decennio: i pali di fondazione, a seguito di un evento sismico, subiscono uno stato deformativo e tensionale, indotto dal cinematismo cui sono sottoposti, che va ad aggiungersi a quello causato dalle azioni orizzontali di natura inerziale provenienti dalla sovrastruttura. Numerosi sono gli studi condotti separatamente sull’interazione inerziale e sull’interazione cinematica. Tuttavia, pochi sono ad oggi gli studi condotti sull’interazione dinamica completa (inerziale e cinematica), che mettono in luce in che misura e con quali modalità i due tipi di interazione incidano sul fenomeno complessivo. Nella presente memoria sono riportati alcuni risultati di due studi svolti in parallelo, mediante modellazione 3D agli elementi finiti: uno di interazione cinematica e l’altro di interazione dinamica completa, schematizzando la sovrastruttura con un semplice SDOF, effettuati con riferimento ad un palo di fondazione immerso in un terreno con una discontinuità stratigrafica, con particolare riguardo per i bassi contrasti di rigidezza. E' stata analizzata l’incidenza dell’interazione cinematica sul momento totale per l’intero palo, con riferimento a trenta accelerogrammi registrati. I risultati mostrano che l’aliquota del momento cinematico in testa al palo molto spesso non è affatto trascurabile. È stata, dunque, proposta una formula, di facile utilizzo nella pratica professionale, per il calcolo del massimo momento cinematico in testa al palo.

Per scaricare il contenuto integrale è necessario essere Socio Anidis, scopri come associarti