Tutta la "Teoria e Tecnica delle Strutture in Muratura" in un libro di Augenti e Parisi

“Teoria e Tecnica delle Strutture in Muratura” di Nicola Augenti e Fulvio Parisi: una pietra miliare nella bibliografia delle costruzioni lapidee.
Recensione di Andrea Dari

libro-murature-augenti-parisi.jpg

Un libro organico e aggiornato sulle principali tematiche e metodologie relative all’ingegneria delle strutture in muratura

La prima cosa alla quale ho pensato, dopo aver sfogliato il testo dal titolo “Teoria e Tecnica delle Strutture in Muratura” di Nicola Augenti e Fulvio Parisi edito da Hoepli è che finalmente, dopo molti anni durante i quali avevamo osservato grandi avanzamenti scientifici nell’Ingegneria Strutturale e nelle relative disposizioni normative, era stato scritto un libro organico, oltre che attuale, sull’analisi e sulla progettazione strutturale delle costruzioni in muratura. L’esame del testo mi ha poi, ancora di più convinto che gli Autori avevano prodotto un unicum nell’esistente letteratura di settore: si tratta infatti, senza alcun dubbio, di un vero e proprio trattato che consente al lettore di comprendere, in dettaglio e con chiarezza espositiva, le principali tematiche e metodologie relative all’ingegneria delle strutture in muratura, ivi incluse quelle più recenti e innovative che sono state sviluppate e implementate da una ristretta élite di ricercatori in campo nazionale e internazionale. In altri termini, “Teoria e Tecnica delle Strutture in Muratura” costituisce un testo completo e aggiornato, capace di lasciare una traccia indelebile nella bibliografia scientifica delle strutture.

Gli Autori, entrambi docenti presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II (l’Ateneo laico più antico al mondo), sono particolarmente noti a coloro che svolgono attività di ricerca o professionale nel settore dell’ingegneria strutturale.

Gli autori

Nicola Augenti è professore di Tecnica delle Costruzioni ed ha fondato nel 2003 (per la prima volta in Italia) il corso di “Costruzioni in Muratura”, di cui è stato titolare sino al 2017. Nel 2008 ha fondato il Master universitario di II livello in “Ingegneria Forense” (MIF), del quale è attualmente Direttore e che rappresenta una vera e propria eccellenza nella didattica universitaria post-laurea. Relativamente allo stesso tema, il prof. Augenti è altresì Presidente dell'Associazione italiana di Ingegneria Forense (AIF), che ha fondato a Napoli nel 2009 con l’obiettivo di riunire gli ingegneri che esercitano la propria attività nell’ambito della consulenza tecnico-legale. Sin dal conseguimento della laurea in Ingegneria Civile nel 1969, ha svolto con passione numerose ricerche sul comportamento e consolidamento di strutture e infrastrutture, con particolare riferimento alle costruzioni in muratura e ai ponti. È infatti autore di 177 pubblicazioni scientifiche e di ben 10 libri, in cui si affrontano molteplici tematiche come la stabilità e la dinamica delle strutture, l’analisi delle strutture in parete sottile, la meccanica delle strutture ad arco e a volta, la diagnosi di crolli e dissesti strutturali, l’analisi e la progettazione di edifici in muratura e l’ingegneria forense. Del pari, il prof. Augenti esercita attività professionale nel campo della progettazione e della consulenza strutturale da circa 50 anni.

Fulvio Parisi è ricercatore di Tecnica delle Costruzioni e docente dei corsi di “Progetto e Consolidamento delle Strutture in Muratura”, “Costruzioni in Muratura” e “Diagnosi e Terapia dei Dissesti Strutturali”. Da alcuni anni è inoltre ricercatore associato del CNR presso l’Istituto dei Sistemi Complessi, ove coopera con fisici teorici sui temi del rischio e della resilienza di strutture e infrastrutture verso eventi di origine naturale o antropica. Il prof. Parisi è autore di 130 articoli scientifici pubblicati su riviste o in atti di convegno, di molteplici contributi in volumi e rapporti scientifici, oltre che curatore di un libro in lingua inglese. E’ inoltre membro di organi normativi nazionali e internazionali nel settore dell’ingegneria strutturale, Associate Editor delle riviste ASCE Journal of Performance of Constructed Facilities e Advances in Civil Engineering, membro dei comitati editoriali di tre riviste scientifiche, revisore di oltre 40 riviste, oltre che fondatore dello spin-off universitario FORENSICS srl. Il prof. Parisi svolge attività di ricerca sui seguenti temi: analisi non lineare, progettazione, comportamento sperimentale e monitoraggio di strutture in muratura; diagnosi di crolli e grandi dissesti; consolidamento con materiali innovativi; robustezza strutturale e sicurezza nei riguardi di eventi estremi; rischio e protezione del patrimonio culturale; resilienza ai disastri.

I contenuti e la struttura del testo

Il testo “Teoria e Tecnica delle Strutture in Muratura” è destinato a studenti dei corsi di ingegneria civile e architettura, professionisti e ricercatori di Scienza e Tecnica delle Costruzioni. Coerentemente con la veste di trattato e la mole di contenuti scientifici e tecnici distribuiti in circa 800 pagine, il libro si articola in tre parti

La prima introduce le tematiche della modellazione e della progettazione strutturale, identificando anche i numerosi punti di contatto con le tecniche costruttive e le norme tecniche che ne hanno progressivamente segnato l’evoluzione storica sino alle norme internazionali attualmente vigenti, alle Norme Tecniche per le Costruzioni del 2018, alle relative Istruzioni applicative del 2019 e agli altri documenti normativi che, in forma di linee guida o di istruzioni, affrontano il rischio sismico del patrimonio culturale e il consolidamento strutturale con materiali compositi. Molto interessante appare altresì il capitolo di ingegneria sismica che, partendo dall’analisi del rischio, giunge alla valutazione delle prestazioni e del danneggiamento strutturale.

La seconda parte del testo è focalizzata sugli aspetti di modellazione della geometria, dei materiali e delle azioni. Un aspetto particolarmente innovativo è costituito dalla descrizione delle tecniche di modellazione e di quelle impiegate per la caratterizzazione sperimentale, sia delle proprietà meccaniche della muratura e dei suoi componenti, sia del comportamento in condizioni sismiche. Un’ulteriore novità risiede nell’enorme mole di dati sperimentali e di formulazioni teoriche o semi-empiriche, che vengono fornite per una corretta applicazione dei diversi metodi di modellazione meccanica.

La terza parte del testo si concentra sulle metodologie di studio delle strutture in muratura, con particolare attenzione all’analisi per azioni non sismiche, all’analisi non lineare per verifiche sismiche nel piano delle pareti e all’analisi per meccanismi locali. L’ultimo capitolo affronta la valutazione strutturale di un edificio in muratura, fornendo la possibilità al lettore di applicare i contenuti teorici trattati nel libro.

L’estesa bibliografia di riferimento del testo evidenzia, da un lato il notevole sforzo compiuto dagli Autori per la redazione del proprio trattato, dall’altro la possibilità di ulteriori approfondimenti su aspetti particolari.

Appare utile precisare che il testo di Nicola Augenti e Fulvio Parisi ha contenuti e specificità che lo rendono diverso e innovativo rispetto al libro “Il calcolo sismico degli edifici in muratura” che il primo dei due Autori aveva pubblicato con UTET Libreria in due diverse edizioni (nel 2000 e nel 2004), entrambe rapidamente esaurite. Nel testo “Teoria e Tecnica delle Strutture in Muratura” si affrontano infatti i metodi di analisi non lineare e i criteri prestazionali multi-livello per la progettazione e la valutazione sismica degli edifici in muratura che, soprattutto -negli ultimi quindici anni, hanno costituito le maggiori innovazioni della ricerca scientifica di settore e hanno trovato rapida diffusione nei codici normativi più evoluti. Il titolo del testo intende enfatizzare una precisa volontà degli Autori che trova effettivo riscontro nella lettura dei diversi capitoli: trattare compiutamente le strutture in muratura dalla teoria alla tecnica, esplorando sia i fondamenti della statica e della dinamica strutturale in chiave attuale, sia problematiche molto avanzate connesse agli edifici di nuova costruzione e a quelli esistenti. Atteso che un Paese come l’Italia, caratterizzato da un rischio sismico molto elevato, possiede un patrimonio edilizio in larga parte costituito da costruzioni in muratura, la loro conoscenza approfondita appare condizione necessaria affinché si possano effettivamente mitigare le conseguenze degli eventi sismici futuri.