Design International firma Pompei Maximall: il primo shopping resort in Italia

07/04/2020 2228

Il progetto per la realizzazione di Pompeii Maximall va avanti. L’innovativo Shopping Resort sorgerà a poca distanza dal celebre sito archeologico di Pompei, nella splendida cornice del Vesuvio.

design-international_irgen-re_maximall-pompeii-02.jpg

A Pompei un centro commerciale che non sarà più un contenitore senza contenuto

Non più centro commerciale, per anni contenitore senza contenuto, bensì un vero e proprio Hub in grado di rispondente ad una pluralità di esigenze supportando marketing territoriale e promozione sociale. Pompeii Maximall coglierà l’opportunità di potenziare l’attrattore turistico-culturale come fattore propulsivo per lo sviluppo dell’area vesuviana. Commissionato da IRGENRE Group, solida realtà operante da circa trent’anni nel mercato dello Sviluppo e della Gestione Immobiliare per il settore commerciale.

Architettura e Retail: il progetto del primo shopping resort in Italia

Il progetto architettonico, curato dal pluripremiato studio Design International diretto dall’Arch. Davide Padoa, anticipa i tempi e le tendenze del mercato realizzando un progetto commerciale ad alta valenza turistica, dedicato a visitatori interessati all’esperienza di acquisto e non solo allo shopping, attratti anche dalla vicinanza concreta agli scavi di Pompei.

La prossimità ad uno dei siti turistici più conosciuti al mondo, resa possibile attraverso la sensibilità degli organismi preposti, dalla Regione Campania alla Sovraintendenza alle Belle Arti e al Comune di Torre Annunziata, rende la localizzazione di Pompeii Maximall assolutamente irripetibile, andando a creare un polo di attrazione di grande impatto e di enorme rilevanza turistica e commerciale, inserendosi in un sistema più ampio e complesso di riqualificazione territoriale lungo la fascia del litorale che si estende dal porto di Torre Annunziata a quello di Castellamare di Stabia. L’apertura del Maximall è prevista entro novembre 2021

Il team di progettazione, che include alcune tra le più qualificate realtà italiane (iDeas – strutture, Manens-Tifs – impianti, Arcadis, cost management e svariati specialisti), é stato guidato dall’Architetto Salvatore Rizzo di Design International.

Il concept architettonico di Pompeii Maximall

L’attenta lettura del territorio, condotta attraverso l’analisi urbanistica e morfologica, ha ispirato il concept, radicandolo fortemente al luogo in cui si inserisce.

Il progetto riprende le caratteristiche tipiche delle antiche città romane e di Pompei in particolare andando a proporre, su di un’area di circa 200.000 mq, un complesso multifunzionale di 67.440 mq al servizio della comunità, che comprende un cinema multisala, un hotel disegnato sul modello delle Domus che arricchiscono gli scavi di Pompei, una grande Food Court, un anfiteatro per eventi ed una piazza multimediale; il tutto immerso in una vasta area verde fruibile dalla collettività.

Il concept architettonico tende a riproporre in chiave moderna la struttura che caratterizza la Pompei antica, con la realizzazione in sintesi di due edifici principali completamente permeabili da luce, aria e percorsi di visita collegati tra loro da un’ideale nuova Via dell’Abbondanza, un asse pedonale che lascia spaziare lo sguardo tra mare, città e Vesuvio.

Lungo quest’asse vengono localizzati la Fontana, la Piazza del Mall esterno e la Piazza Multimediale, repliche degli antichi concetti di spazi per la socializzazione e l’intrattenimento. La Piazza esterna sarà qualificata dalla presenza delle ‘Pergule’, chioschi per la vendita di specialità locali e aree ristoro, che ripropongono in chiave moderna il concetto di mercato come luogo centrale di incontro e scambio della comunità.

design-international_irgen-re_maximall-pompeii-01.jpg

Il parco pubblico che corre intorno agli edifici sarà movimentato da una serie di collinette rinverdite e piantumate in modo da schermare e creare un’isola di benessere termoigrometrico e acustico. Sulla copertura del centro prenderà vita un vero e proprio parco urbano che sottolinea la volontà di recuperare la superficie occupata dall’impronta a terra e di ridurre l’impatto ambientale, oltre ad offrire nuovi punti di vista privilegiati sulle isole di Ischia, Capri e sul Vesuvio.

Il Pompeii Maximall punta a divenire il primo progetto di natura commerciale in Europa con certificazione Breeam Excellent.

Ad usufruire di un nuovo sistema di servizi e dei 42.000 mq di GLA, tra cui 200 brand, 30 ristoranti, sale di proiezione cinematografica e 5.000 posti auto, non sarà soltanto la collettività che abita le aree limitrofe, ma anche i milioni di visitatori internazionali che troveranno strutture idonee per poter godere in tutta sicurezza e facilità di un’area unica al mondo.

La scelta dei materiali costruttivi è stata condizionata dalla forte identità culturale del luogo

Infatti, i colori vivaci che compongono i raffinati mosaici degli scavi di Pompei sono stati di grande ispirazione, con suggestioni cromatiche impossibili da ignorare. Ad esempio i mattoni utilizzati sin dall’antichità e visibili nelle numerose costruzioni in laterizio, presenti nel sito archeologico, trovano ampio spazio nelle scelte progettuali dei fronti. Così come le lastre in Basalto, pietra di origine vulcanica, che caratterizzano i percorsi pedonali esterni. Anche in questo caso la lettura del passato ha vincolato ad una scelta progettuale dicotomica, conservativa ma allo stesso tempo innovativa: conservativa nella scelta di materiali utilizzati nel territorio da centinaia di anni, ma innovativa nell’impiego architettonico.

design-international_irgen-re_maximall-pompeii-03.jpg

L’intervento è pienamente in linea con la nuova tendenza dei progetti di Design International, che sta indirizzando le proprie realizzazioni verso una rinnovata umanizzazione dei contenuti e degli obiettivi, cercando di restituire un ordine più naturale a processi di grande calibro senza mai dimenticare il ruolo centrale dell’uomo e della sua storia come organismo sociale.

Pompeii Maximall: il progetto va avanti nonostante le difficoltà dettate dall'emergenza sanitaria

In un momento di estrema difficoltà che sta avvolgendo il nostro Paese, dichiara Paolo Negri Amministratore e Titolare di IrgenRE Groupvogliamo contribuire a dare un’iniezione di ottimismo sottolineando che il progetto va avanti. Al momento siamo interessati alla salute dei nostri territori e dell’Italia intera e pertanto rispettosi delle indicazioni ministeriali, abbiamo deciso di impegnare questo tempo per studiare come ottimizzare i tempi e le modalità di costruzione, al fine di rispettare le deadline prefissate ed essere pronti ad accogliere i milioni di turisti che ancor di più visiteranno le bellezze dei nostri territori

Gli effetti del Coronavirus sono stati paragonati a quelli di una guerra silenziosa... Il nostro augurio, aggiunge Davide Padoa CEO di Design Internationalè quello di poter presto celebrare il ritorno alla vita normale in Pompeii Maximall, con gioia ed una nuova consapevolezza dei valori veri, di incontro, scambio ed arricchimento culturale, dei quali oggi più che mai sentiamo la mancanza e l'importanza.


Credit - Shopping Resort Pompeii Maximall

COMMITTENTE: Irgen RE Pompei srl
SPONSOR: Irgenre Group srl
COMMERCIALIZZAZIONE E GESTIONE: Irgen Retail Management srl
STUDIO DI ARCHITETTURA: Design International
GENERAL CONTRACTOR: Irgen Construction srl
LOCATION: Via Plinio - 80058 Torre Annunziata (NA)

SUPERFICIE LOTTO TOTALE: 200.000 mq
SLP: 67.440 mq
GLA RETAIL: 42.000 mq
GLA NO RETAIL: 7.000 mq

INVESTIMENTO: € 170 ml
RICAVI ATTESI: € 21 ml
EBITDA: € 19 ml

OBIETTIVO CERTIFICAZIONE BREEAM: Excellent

PARCHEGGI: 5.000 posti auto e 30 bus turistici
NEGOZI: 130
FOOD COURT: 30 ristoranti; 4.000 mq
PIAZZE: Esterna di 6.500 mq con fontana e interna di 800 mq
PIAZZA MULTIMEDIALE: 2.000 mq
HOTEL: partnership con Gruppo Marriott Bonvoy, 4.000 mq 135 camere
AUDITORIUM: cinema con 8 sale, 3.000 mq - 1.100 posti, teatro e sala conferenze
PARCO VERDE ATTREZZATO: 50.000 mq
SUPERFICIE ATTREZZATA IN COPERTURA: 6.000 mq

PROGETTAZIONE STRUTTURALE: iDeas
PROGETTAZIONE IMPIANTISTICA: Manens-Tifs
PROGETTAZIONE ANTINCENDIO: CDS Ingegneria s.n.c.
COST MANAGEMENT: Arcadis

INIZIO LAVORI: gennaio 2020
FINE LAVORI: novembre 2021

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su