Certificazioni nella filiera del legno per un'edilizia sostenibile

Sostenibilità, rispetto per l'ambiente, basso impatto ambientale, sono termini e frasi sempre più presenti nella nostra vita quotidiana, personale e professionale. Ma come queste concetti, propositi e obiettivi possono essere concretamente perseguiti, raggiunti e mantenuti?

Tanti sono gli strumenti oggi disponibili e attuabili: in questa sede ne affronto uno in particolare, diffuso, ma mai troppo, nella filiera legno e suoi derivati, carta e prodotti forestali non legnosi: la certificazione volontaria della Catena di Custodia, "Chain of Custody" (CoC), con riferimento ai sistemi di certificazione proposti dai due Enti di respiro internazionale e globalmente riconosciuti; FSC® e PEFC™.

legno_wood_700.jpeg

Cosa si intende con il termine Certificazione e cosa è una Certificazione Forestale

Prima di entrare nel vivo dell'argomento desidero soffermarmi su alcuni concetti generali, di base, ritenendoli propedeuci all'argomento trattato: che cosa è una certificazione ? e che cosa è una certificazione forestale?

Unendo l'esperienza professionale personale alle definizioni con le quali, via via nel tempo, mi sono  confrontato, ritengo che per Certificazione si possa intendere una procedura con cui ed al termine della quale, una terza parte indipendente, può fornire assicurazione scritta (certificato) che un prodotto, processo o servizio è conforme ai requisiti specificati da una norma  o regola tecnica.

In termini più semplici e discorsivi una Certificazione attesta che un prodotto, processo o servizio effettivamente rispetta i requisiti stabiliti da una norma o regola tecnica.

Entrando un pò più nello specifico, avvicinadoci così all'argomento di questo articolo, che cosa è una Certificazione Forestale?

La Certificazione Forestale che, premetto, è di adozione volontaria, si attua attraverso due processi separati ma collegati: la Certificazione di Gestione Forestale e la Certificazione di Catena di Custodia.

  1. Certificazione di Gestione Forestale: in questo caso parliamo di Boschi, Foreste nonchè Piantagioni è la certificazione è rivolta alle Proprietà forestali. L'ottenimento della certificazione attesta, in estrema sintesi, che le pratiche di gestione forestale adottate (selvicolturali, di assestamento forestale, di meccanizzazione ed utilizzazione forestale, etc.) soddisfano criteri di gestione forestale sostenibile, in linea con i requisiti ambientali, sociali ed economici previsti dai pertinenti standard.

  2. Certificazione della Catena di Custodia: si può tradurre anche come traccibilità dei prodotti lungo tutta la filiera produttiva, dal Bosco certificato al Consumatore finale.

A questo punto entriamo in modo definitivo nell'oggetto del nostro articolo, ovvero la Certificazione della Catena di Custodia.

La Certificazione della Catena di Custodia (Chain of Custody - CoC)

Che cosa è una Catena di Custodia (Chain of Custody - CoC)?

Si tratta di un "PERCORSO"  a cui i materiali e/o prodotti sono sottoposti, il cui punto di partenza è la Foresta (certificata!) oppure, nel caso di materiali di riciclo, il momento in cui questo viene recuperato, fino alla vendita con una Dichiarazione formale e/o finito ed etichettato.

Durante questo percorso, la logica di base della Catena di Custodia è che essa include ogni Impresa che rientra nella catena produttiva, ovvero le loro fasi di approvvigionamento, lavorazione, commercio e distribuzione e dove il passaggio nelle varie fasi della filiera implichi il cambiamento della proprietà legale del materiale e/o prodotto. È sufficiente che salti un solo anello della CoC per rendere impossibile la vendita "a valle della Catena" di un prodotto come certificato.

Punto chiave di questo ultimo passaggio è il cambiamento della proprietà legale: alla base di una Certificazione CoC di una Impresa deve esserci il concetto di proprietà legale della Impresa stessa della materia e/o prodotti forestali che si vogliono certificare.

Sulla base di questi assunti, una Azienda che ottiene la Certificazione di Catena di Custodia fornisce una garanzia credibile che i materiali di origine forestale certificati contenuti in un prodotto provengano fa Foreste gestite in modo sostenibile e responsabile, contribuendo ad una tracciabilità trasparente della materia prima certificata lungo tutta la filiera (fasi di trasformazione e passaggio commerciali), fino al prodotto finito ed al Consumatore finale.

Il tutto controllato e verificato da un Organismo di Certificazione di parte terza indipendente.

Quali prodotti possono essere certificati ?

La certificazione CoC riguarda prodotti di origine forestale: legno e prodotti a base di legno, nonchè i derivati del legno. quali pasta di cellulosa, carta, etc..

Possono ricadere nello scopo di certificazione anche i prodotti forestali non legnosi (funghi, frutti di bosco, etc.).

Naturalmente i prodotti devono provenire da Boschi e/o Foreste correttamente gestite e certificate come tali.

Le Certificazioni di Catena di Custodia secondo FSC® e PEFC™

Quando si parla di Certificazione CoC, si va subito con il pensiero ai due schemi di certificazioni CoC globalmente riconosciuti, ovvero:

  • Certificazione della Catena di Custodia secondo gli standard FSC®
  • Certificazione della Catena di Custodia secondo gli standard PEFC™

Ma chi sono queste due Organizzazioni internazionali, FSC® e PEFC™ ?

CONTINUA LA LETTURA NEL PDF ALLEGATO