Superbonus 110%, sapete veramente tutto? Novità aggiornate dopo decreti, circolari e provvedimenti del Fisco

Tutte le novità sul Superbonus 110% introdotte da decreti attuativi, circolari e provvedimenti dell’Agenzia delle Entrate

Cosa sappiamo, ad oggi, del Superbonus 110%? Praticamente tutto, tranne una cosa: quando verrà pubblicato in Gazzetta Ufficiale e quindi diventerà operativo il DM Prezzi (Requisiti Tecnici)? E', di fatto, l'ultimo tassello che manda al puzzle iniziato dal DL Rilancio con gli artt.119 e 121, che hanno portato le detrazioni Ecobonus e Sismabonus fino al 110% fino, almeno, al 31 dicembre 2021 (si mormora di una proroga a fine 2023, siamo in attesa).

Riepiloghiamo, quindi, i punti salienti dei decreti/circolari/provvedimenti sul tema, in modo da essere finalmente pronti e cogliere al volo questa importante opportunità.

Decreto Requisiti (DM Prezzi)

Definisce i requisiti tecnici che devono soddisfare gli interventi che beneficiano di tutte le detrazioni fiscali attualmente vigenti:

  • Ecobonus: interventi di efficienza energetica sul patrimonio edilizio esistente
  • Bonus Facciate: interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti che beneficiano della detrazione di cui all’articolo 1, commi da 219 a 223 della legge 27 dicembre 2019, n. 160
  • Super Ecobonus: interventi che beneficiano della detrazione fiscale del 110% di cui ai commi 1 e 2 all’articolo 119 del D. L. 34/2020 (cd. Decreto Rilancio), convertito, con modificazioni, dalla L. 77/2020.

Come sopra evidenziato, non è ancora in vigore perché serve la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 6 agosto 2020, molto articolato e comprensivo di ben 9 allegati. L'art.12 comma 4 del DM 6 agosto 2020 recita a chiare lettere che "le disposizioni di cui al presente decreto, entrano in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana". Dal 7 agosto ad oggi, però, non è uscito su nessuna Gazzetta Ufficiale, pertanto non è ancora in vigore.

Che significa? Che il Superbonus ad oggi è applicabile ma non facendo riferimento al DM Prezzi. Che al momento attuale c'è un regime transitorio (ne parliamo qui) e che si attende la pubblicazione in GU di questo provvedimento per far sì che valgano le condizioni riassunte qui sotto:

  • oggetto, ambito di applicazione e definizioni (art.1): contiene anche un elenco dei contenuti inseriti nel provvedimento e delle definizioni applicabili ai sensi del decreto;
  • tipologia e caratteristiche degli interventi (art.2): enumera nel dettaglio le tipologie di intervento che possono accedere ai benefici concessi dalle detrazioni fiscali oggetto del decreto e definisce le loro caratteristiche rimandando agli appositi allegati tecnici;
  • limiti delle agevolazioni (art.3): definisce, avvalendosi dell’opportuno allegato tecnico B, i limiti delle detrazioni in termini di percentuali, di spesa ammissibile o di detrazione massima nonché gli anni in cui ripartire la detrazione. Stabilisce, inoltre, che l’ammontare massimo delle detrazioni fiscali o della spesa massima è calcolato secondo quanto riportato all’Allegato B;
  • soggetti ammessi alla detrazione (art.4);
  • spese per le quali spetta la detrazione (art.5): elenca, per ogni tipologia di intervento, le voci di spesa che rilevano al fine della determinazione dei limiti delle agevolazioni. Specifica, inoltre, che le spese per le prestazioni professionali necessarie alla realizzazione degli interventi, comprensive della redazione, delle asseverazioni e dell’attestato di prestazione energetica, sono ricomprese tra quelle agevolabili;
  • adempimenti (art.6) che bisogna rispettare per avvalersi delle detrazioni relative alle spese per gli interventi di efficientamento energetico;
  • APE (art.7): disciplina i casi in cui è necessaria la predisposizione dell’attestato di prestazione energetica per avvalersi delle detrazioni relative alle spese per gli interventi di efficientamento energetico;
  • asseverazione per gli interventi che accedono alle detrazioni (art.8): stabilisce che gli interventi che accedono alle detrazioni sono asseverati da un tecnico abilitato che ne attesti la rispondenza ai pertinenti requisiti richiesti nei casi e nelle modalità previste dal decreto;
  • trasferimento delle quote e cessione del credito (art.9);
  • monitoraggio e comunicazione dei risultati (art.10);
  • controlli (art.11);
  • disposizioni finali ed entrata in vigore (art.12): tornando a quanto detto sopra, chiarisce che le disposizioni e i requisiti tecnici di cui al presente decreto si applicano agli interventi la cui data di inizio lavori sia successiva all’entrata in vigore del decreto (ovvero il giorno successivo alla sua pubblicazione in Gazzetta Ufficale). Agli interventi la cui data di inizio lavori, comprovata tramite apposita documentazione (es. deposito in Comune della relazione ex. Legge 10), sia antecedente la data di entrata in vigore del presente decreto, si applicano le disposizioni del decreto del Ministro dell’economia e delle finanze di concerto con il Ministro dello sviluppo economico 19 febbraio 2007, pubblicato in Gazzetta Ufficiale in data 26 febbraio 2007.

Decreto Asseverazioni

Il decreto Asseverazioni (in vigore) definisce il contenuto e le modalità di trasmissione dell’asseverazione per gli interventi del Superbonus 110% e le modalità di verifica ed accertamento delle asseverazioni, attestazioni e certificazioni infedeli ai fini dell’irrogazione delle sanzioni previste dalla legge.

L’asseverazione, redatta secondo i modelli allegati al decreto e trasmessa ad ENEA (entro 90 giorni dal termine dei lavori nel caso di asseverazioni che facciano riferimento a lavori conclusi), può avere ad oggetto gli interventi conclusi o uno stato di avanzamento delle opere per la loro realizzazione nella misura minima del 30% del valore economico complessivo dei lavori preventivati.

Elementi essenziali dell’asseverazione, a pena di invalidità, sono:

  • firma (in ogni pagina) e timbro (sulla pagina finale) fornito dal Collegio o dall’Ordine professionale, attestante che il tecnico possiede il requisito, prescritto dalla legge, dell’iscrizione nell’Albo professionale e di svolgimento della libera professione;
  • dichiarazione espressa del tecnico abilitato con la quale lo stesso specifica di voler ricevere ogni comunicazione con valore legale ad un preciso indirizzo di posta elettronica certificata;
  • dichiarazione che, alla data di presentazione dell’asseverazione, il massimale della polizza allegata è adeguato al numero delle attestazioni o asseverazioni rilasciate e agli importi degli interventi oggetto delle predette asseverazioni o attestazioni;
  • copia della Polizza di Assicurazione che costituisce parte integrante del documento di asseverazione e copia del documento di riconoscimento.

Circolare attuativa e provvedimento 8 agosto 2020

La circolare dell'Agenzia delle Entrate 24/E dell'8 agosto 2020 rappresenta una sorta di mappa e fornisce chiarimenti di carattere interpretativo necessari a definire in dettaglio l’ambito dei soggetti beneficiari e degli interventi agevolati e, in generale, gli adempimenti a carico degli operatori.

Si vanno a chirare svariati punti, tra i quali il significato di:

  • Condomìni: tenuto conto della locuzione utilizzata dal legislatore riferita espressamente ai “condomìni” e non alle “parti comuni” di edifici, ai fini dell’applicazione dell’agevolazione, l’edificio oggetto degli interventi deve essere costituito in condominio secondo la disciplina civilistica prevista. Quindi, il Superbonus non si applica agli interventi realizzati sulle parti comuni a due o più unità immobiliari distintamente accatastate di un edificio posseduto da un unico proprietario o in comproprietà fra più soggetti. Inoltre, in caso di interventi realizzati sulle parti comuni, la detrazione spetta anche ai possessori (o detentori) di sole pertinenze (come ad esempio box o cantine) che abbiano sostenuto le spese relative a tali interventi;
  • persone fisiche: la detrazione spetta anche alle persone fisiche che svolgono attività di impresa o arti e professioni qualora le spese sostenute abbiano ad oggetto interventi effettuati su immobili appartenenti all’ambito “privatistico”
  • Unità in edificio plurifamiliare;
  • Interventi trainati (es. infissi): l’aliquota del 110% si applica solo se tali interventi sono eseguiti congiuntamente con almeno uno degli interventi “trainanti” (es. cappotto o sostituzione impianto);
  • detrazione: è riconosciuta nella misura del 110 per cento, da ripartire tra gli aventi diritto in cinque quote annuali di pari importo e si applica alle spese sostenute per interventi “trainanti” e “trainati”, dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, indipendentemente dalla data di effettuazione degli interventI.

Il provvedimento 283847/2020, collegato alla circolare, approva infine il modello di Comunicazione da inviare all’Agenzia dal 15 ottobre 2020 ed entro il 16 marzo dell’anno successivo a quello in cui si sostiene la spesa per fruire dello sconto sul corrispettivo o della cessione del credito.

In particolare, per gli interventi di Ecobonus la comunicazione è inviata a decorrere dal quinto giorno lavorativo successivo al rilascio da parte dell’ENEA della ricevuta di trasmissione dell’asseverazione.

Le soluzioni Blumatica

Si chiama “Blumatica Detrazioni Fiscali (Ecobonus)“ ed è un software che, in un’unica soluzione, consente di calcolare e gestire le pratiche di detrazione fiscale per gli interventi di risparmio energetico degli edifici.

Esso gestisce qualsiasi tipologia di intervento (involucro e impianto) sia su singole unità immobiliari che su condomini (con e senza la riduzione della classe di rischio sismico):

  • Superbonus 110%
  • Riqualificazione energetica globale (comma 344)
  • Interventi sull’involucro (comma 345): superfici opache, infissi e serramenti
  • Schermature solari (comma 345)
  • Solare termico (comma 346)
  • Sostituzione integrale o parziale di impianti di climatizzazione invernale e produzione di acqua calda sanitaria (comma 347): caldaia a condensazione ad acqua, generatore di aria calda a condensazione, pompa di calore anche con sonde geotermiche, sistemi ibridi, microcogeneratori, scaldacqua a pompa di calore
  • Installazioni di impianti a biomassa (comma 347)
  • Installazione di sistemi di building automation
  • Impianti fotovoltaici e colonnine di ricarica
  • Bonus Facciate

Anche combinando tra di loro gli interventi (es. coibentazione involucro, installazione nuovo generatore, installazione schermature, installazione schermature, ecc.), il software in automatico elabora le pratiche secondo le modalità previste per la corretta trasmissione sul portale ENEA.

Per ulteriori approfondimenti, comprese le tabelle e l'analisi degli Allegati al DM Prezzi e per scaricare tutti i documenti e il software Blumatica, si rimanda all'articolo integrale