Il Propylée del Principato di Monaco: una struttura complessa risolta con travi industrializzate NPS®

Il Propylée del Principato di Monaco è una struttura complessa per geometria, criticità di ubicazione, controllo delle deformazioni nelle fasi di posa e in fase finale, e interferenze tra elementi strutturali e non.

È stata gestita in ambiente BIM e industrializzata con l’utilizzo di elementi NPS®, travi miste acciaio-calcestruzzo, con vantaggi sia per il controllo in fabbrica, sia per la gestione del cantiere durante l’emergenza Covid-19. 

Si segnalano la velocità del processo di costruzione, il lavoro in un ambiente protetto e controllato, l’impiego di minore manodopera in cantiere, la maggiore precisione, il trasferimento delle prestazioni di processi industriali in ambito edilizio.

testatina-eucentre-q3-2020.JPG

Con questo terzo articolo continua la collaborazione tra EUCENTRE e INGENIO per la diffusione di contenuti facenti parte della ben conosciuta rivista "PROGETTAZIONE SISMICA" attraverso la pubblicazione di singoli Quaderni Tecnici

Questo articolo è contenuto nel 3° Quaderno di Progettazione Sismica 


La porta di accesso al Principato di Manaco: il Propylée dell'arch. Fabrice Notari 

Il Propylée è la struttura disegnata dall’architetto Fabrice Notari per marcare l’entrée de ville Ouest di Monaco, creando un ingresso prestigioso per la città; copre infatti la strada pubblica boulevard du Jardin Exotique e contemporaneamente funge da piazza pedonale.

Nel progetto architettonico il Propylée, composto da dieci pilastri e una copertura, realizza un grande percorso pedonale che parte dal Jardin Exotique, esce dalle serre ed arriva al parco pubblico, formato da giardini piantati e fioriere, in piena continuità con la scogliera.

Questa struttura fa parte del progetto “Exotique”, suddiviso in due parti. Il blocco A rappresenta la porzione privata dell’opera; è composta da Propylée, parcheggi privati ed un edificio residenziale di 60 appartamenti privati su 7 piani.

Il Propylée: schema strutturale

Il blocco B è la parte pubblica dell’operazione; comprende uffici e negozi per circa 5.000 m², un parcheggio con 1.800 posti su 15 livelli interrati, di cui 14 spazi al piano terra per autobus da turismo, e tetti e terrazze che creano un giardino pubblico paesaggistico. Al livello -30 sono previsti un pozzo e galleria che consentono il collegamento con il quartiere Les Salines.

Per la struttura del Propylée, dal forte valore architettonico, Tecnostrutture ha fornito travi principali e secondarie: rispettivamente travi NPS® miste in acciaio-calcestruzzo e travi in carpenteria metallica.

Il Propylée

Il Propylée è stato progettato come un unico blocco senza giunti di dilatazione; ha una lunghezza di 87 m e una larghezza massima di 26 m. Le travi principali poggiano su pilastri prefabbricati con interasse variabile dagli 11 m ai 13 m. Queste colonne prefabbricate sono installate sulla parete sud della scogliera e hanno una forma a “fungo”: sono alte circa 8 m e hanno sezione variabile da un diametro inferiore di 65 cm ad uno superiore di 230 cm.

La struttura si trova sopra una strada in area urbana e i pilastri sono stati calcolati anche per un eventuale urto dei veicoli. La struttura è in classe S5, corrispondente ad una vita nominale di progetto di 100 anni.

Il solaio è stato realizzato con lastre predalles precompresse in officina, utilizzando un calcestruzzo fibrorinforzato ad altissime prestazioni (UHPC). I getti in opera sono effettuati con calcestruzzo ad alte prestazioni (C60/75); ciò vale per fondazioni, portici lungo il blocco “A”, getti di completamento delle travi miste (TYPE 1 e 3), soletta e strutture sopraelevate.

...continua la lettura...

All'interno dell'articolo

  • Descrizione della soluzione adottata
  • Progettazione Sismica
  • Criticità

 >>>> PER LEGGERE E SCARICARE L'ARTICOLO INTEGRALE VAI SUL SITO DI EUCENTRE <<< 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su