Terremoto Centro Italia: il MIT autorizza interventi ANAS per oltre 230 milioni sulle strade danneggiate nel 2016

17/12/2020 1267

Il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti (MIT) ha autorizzato Anas a realizzare gli interventi classificati in “priorità 4” nell’ambito del Programma di ripristino della rete stradale interessata dal terremoto del 2016.

I lavori saranno realizzati da Anas in qualità di soggetto attuatore e interessano 117 Comuni del cratere sismico.

 

mappa-marche-abruzzo-strade.jpg

 

I Comuni coinvolti dagli interventi per il ripristino delle strade danneggiate dal terremoto 

I lavori interessano 117 Comuni del cratere sismico, ricompreso nelle Regioni Marche, Umbria, Abruzzo e Lazio, ed assumono particolare rilevanza in quanto direttamente connessi alla mobilità locale e alla ripresa sociale ed economica del territorio.

In totale sono 443 interventi straordinari per il ripristino di danni non strutturali prodotti dagli eventi sismici di quattro anni fa su strade prevalentemente provinciali e comunali, per un investimento complessivo di oltre 230 milioni di euro.

Il Programma di ripristino della rete stradale

Il Programma di ripristino della rete stradale è stato varato dal Dipartimento della Protezione Civile e dal Mit per far fronte ai danni prodotti dagli eventi sismici che hanno colpito l’Italia centrale nel 2016.  

I sette stralci operativi che lo compongono, a oggi hanno finanziato l’attuazione di 1056 interventi con un investimento complessivo di circa 978 milioni di euro. Con questo ulteriore stanziamento, il Programma sale a circa 1500 interventi con un investimento complessivo di oltre 1,2 miliardi di euro.