Nuove assunzioni per la Telmotor: previste 50 posizioni tra tecnici, ingegneri e commerciali

29/04/2021 1147

Specializzata in automazione industriale e soluzioni per energia ed illuminazione, nei prossimi due anni l'azienda Telmotor amplierà il proprio orgnaico con 50 nuove assunzioni rivolte a varie figure professionali. Scopri quali sono i profili richiesti,

proposte-lavoro-ingegneri-architetti-700.jpg

 

Nata a Bergamo nel 1973, l’azienda Telmotor si occupa di automazione industriale, di digitalizzazione e di robotica collaborativa, ma anche di sistemi integrati per la distribuzione e il controllo dell'energia elettrica e di progetti illuminotecnici. 

Ad oggi conta circa 320 collaboratori ed opera attraverso 10 sedi aziendali situate in Lombardia, Veneto, Lazio e Piemonte. Si tratta di un'azienda in costante crescita e dopo i 27 inserimenti dello scorso anno ha annunciato che nei prossimi 2 anni amplierà ulteriormente il proprio organico interno con figure sia tecniche che commerciali.

 

Quali sono i profili richiesti dall'azienda e come candidarsi

Le selezioni sono rivolte a tecnici esperti in illuminotecnica, impianti speciali, media e bassa tensione e in automazione industriale, ed anche ad ingegneri da adibire alla gestione della logistica. Oltre a queste figure l’azienda cerca giovani con meno di 30 anni, da inserire come commerciali nell’area vendite.

Chiunque sia interesato a candidarsi ad una delle possibili figure richieste può farlo vistiando la sezione dedicata alle ricerche di personale (Lavora con noi) presente sul sito web aziendale. In tale sezione sarà possibile candidarsi online compilando l’apposito modulo con i dati richiesti e allegando il cv. 

Gli inserimenti in Telmotor prevedono la partecipazione dei neo-assunti a percorsi di formazione interni all’azienda. Le nuove risorse infatti vengono formate sia sul campo, affiancando i colleghi più esperti, che in aula, partecipando a corsi e progetti speciali organizzati nell’ambito dell’Academy Telmotor. I percorsi formativi rispondo all’esigenza di trasferire ai nuovi dipendenti competenze tecniche specifiche del ruolo che andranno a ricoprire ed anche abilità trasversali. Tra queste ultime rientrano, ad esempio, competenze relative alla comunicazione, alla gestione del tempo e alla capacità di risolvere i conflitti. 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su