Società Chimica Italiana: assegnata la prima Medaglia Giorgio Squinzi al prof. Federico Bella

Assegnata al prof. Federico Bella la Medaglia Giorgio Squinzi, instituita dalla Società Chimica Italiana per ricordare l’imprenditore scomparso nell’ottobre 2019 e il suo impegno nello sviluppo dell’industria chimica italiana.


Assegnata la prima Medaglia Giorgio Squinzi

Promossa dalla Divisione di Chimica Industriale della Società, la Medaglia – oggi alla prima edizione - verrà assegnata annualmente a un ricercatore di età massima 45 anni che abbia portato contributi di particolare rilievo scientifico, innovativo o applicativo nel settore della chimica industriale.

 

Le motivazioni del riconoscimento al prof. Bella

Federico Bella, professore associato presso il Politecnico di Torino, si è aggiudicato il riconoscimento “per i contributi di rilievo scientifico e applicativo nello sviluppo di materiali innovativi per processi elettrochimici nel settore dell’energia rinnovabile”. La medaglia è stata consegnata da Marco Squinzi - Amministratore Delegato di Mapei - e dall’avv. Laura Squinzi – Presidente del CDA - nel corso di una giornata di studi organizzata presso l’Auditorium Mapei il 22 ottobre, durante la quale il prof. Bella ha tenuto la relazione “L’industria chimica per il settore energetico: le sfide 2021-2030”.

 

Società Chimica Italiana: assegnata la prima Medaglia Giorgio Squinzi al prof. Federico Bella

 


Assegno questo riconoscimento con grande piacere – ha affermato Marco Squinziper onorare la memoria di mio padre ma anche per confermare ancora una volta l’impegno di Mapei nella ricerca, un impegno che ci porta a valorizzare i giovani ricercatori, a essere sempre più competitivi sui mercati globali e ad affrontare le sfide della sostenibilità, con positive ricadute anche sullo sviluppo dell’industria chimica italiana nel suo complesso”.

 


Logo Mapei

Chi è Mapei 

Fondata nel 1937 a Milano, Mapei è uno tra i maggiori produttori mondiali di prodotti chimici per l’edilizia e ha contribuito alla realizzazione delle più importanti opere architettoniche e infrastrutturali a livello globale. Con 90 consociate distribuite in 57 Paesi e 83 stabilimenti produttivi operanti in 36 nazioni, il Gruppo occupa oltre 10.500 dipendenti in tutto il mondo. Nell’anno 2019 il Gruppo Mapei ha registrato un fatturato consolidato di 2,8 miliardi di euro. Alla base del successo dell’azienda: la specializzazione, l’internazionalizzazione, la ricerca e sviluppo e la sostenibilità.