Illeciti professionali, mezzi di prova, cause di esclusione: aggiornamento linee guida ANAC in consultazione

Le linee guida contengono l’elenco dei casi da valutare e individuano i mezzi considerati adeguati a provarli da parte delle amministrazioni. La consultazione è online fino al 28 febbraio 2022.


L'ANAC ha posto in consultazione pubblica fino al prossimo 28 febbraio 2022 l'aggiornamento delle linee guida n.6 - «Indicazione dei mezzi di prova adeguati e delle carenze nell’esecuzione di un precedente contratto di appalto che possano considerarsi significative per la dimostrazione delle circostanze di esclusione di cui all’articolo 80, comma 5, lettere c), c-bis), c-ter) e c-quater) del codice dei contratti pubblici».

Le linee guida interessano anche i professionisti tecnici che si 'candidano' per i servizi di ingegneria e architettura.

 

Linee guida: quali sono gli illeciti

Il documento contiene l'elenco dei casi da valutare e individuano i mezzi considerati adeguati a provarli da parte delle amministrazioni.

Possono essere valutati come illecito professionale provvedimento di rinvii a giudizio, cautelari e condanne di primo grado per reati come l'esercizio abusivo della professione, reati fallimentari e tributari, urbanistici, reati di falso e rientranti nell'ambito della legge 231 sulla responsabilità delle imprese. 

 

La valutazione dei comportamenti scorretti

Il documento spiega anche alle stazioni appaltanti come valutare i comportamenti mirati a influenzare le decisioni in gara o a fornire informazioni false e fuorvianti per trarne vantaggio nel corso delle procedure.

Illeciti professionali, mezzi di prova, cause di esclusione: aggiornamento linee guida ANAC in consultazione

L'autodichiarazione

Le imprese e gli operatori economici, in ogni caso, devono dichiarare con i documenti di gara tutte le ipotesi che possono anche astrattamente "porre in dubbio la sua integrità o l'affidabilità che siano utili alle valutazioni di competenza della stazione appaltante e si siano verificati nel triennio antecedente la pubblicazione dell'avviso o del bando di gara". 

Nello specifico, l'operatore economico deve segnalare "le pregresse vicende professionali in cui, per varie ragioni, gli è stata contestata una condotta illecita o, comunque, si è verificata la rottura del rapporto di fiducia con altre stazioni appaltanti".

 

Il nuovo allegato sulle comunicazioni standardizzate

Un allegato alle linee guida aggiornate offre un'indicazione esemplificativa dei casi rilevanti che devono essere oggetto di comunicazione da parte delle stazioni appaltanti.

La novità - rispetto al modulo già in uso per il casellario informatico - è rappresentata dalla possibilità di comunicazione di informazioni aggiuntive, utili a fornire notizie quanto più complete possibile.


LE LINEE GUIDA AGGIORNATE IN CONSULTAZIONE E IL MODULO PER INVIARE I SUGGERIMENTI SONO SCARICABILI IN FORMATO PDF