I ricavi di Cementir crescono dell'11% a 1,36 miliardi di euro nel 2021

 

Cementir Holding, ha registrato nel 2021 ricavi record per 1.360 milioni di euro, in crescita del 11% rispetto al 2020.

I suoi utili prima di interessi, imposte, ammortamenti e ammortamenti (EBITDA) sono cresciuti del 17,9% a 311 milioni di euro da 264 milioni di euro.

I volumi di vendita di cemento e calcestruzzo sono aumentati rispettivamente del 4,1% a 11,2Mt e del 14,8% a 5,01Mm3.

Il risultato operativo è stato in aumento del 25,8% a 197,8 milioni di euro. L'indebitamento finanziario netto è risultato in diminuzione a 40,4 milioni di euro (122,2 milioni di euro al 31 dicembre 2020)

Il 2021 ha segnato per Cementir l'anno del record storico di ricavi ed EBITDA nonostante le incertezze legate alla crisi pandemica, il consistente aumento dei costi energetici, materiali e servizi e la svalutazione della lira turca”, ha affermato Francesco Caltagirone Jr, presidente e amministratore delegato di Cementir.

Il gruppo ha inoltre esaminato e approvato l'aggiornamento triennale del Piano Industriale di Gruppo per il periodo 2022 - 2024 e il budget 2022.

Ha l'obiettivo di ridurre le emissioni di CO2 (scopo 1) del 30% nel 2030 rispetto ai livelli del 1990.

Prevede inoltre di investire 116 milioni di euro nel 2022-2025 per raggiungere questo obiettivo e altri. Parte di questo andrà alla costruzione di una nuova linea di produzione presso il cementificio integrato di Gaurain in Belgio, dove i lavori hanno lo scopo di aumentare il tasso di sostituzione dei combustibili alternativi dell'unità dall'80% dal 40%.

Cementir Holding

 

Cementir Holding ha attività in 18 paesi, capacità produttiva di oltre 13 milioni di tonnellate tra cemento bianco e grigio, circa 10 milioni di tonnellate di inerti ogni anno, 5 milioni di metri cubi di calcestruzzo preconfezionato.


Fonti: Cementir Holding, Repubblica.it, Global Cement