Nuova stazione alta velocità– Roma Tiburtina

La presente memoria illustra il progetto delle strutture metalliche per la copertura della Galle-ria Ponte e per gli edifici che costituiscono i fabbricati principali della nuova Stazione dell’Alta Velocità di Roma Tiburtina. La copertura metallica della Galleria Ponte collega i due fabbricati di stazione realizzando un percorso coperto al di sopra dei binari che si estende dall’Atrio Nomentano (all’interno del fabbricato A1) all’Atrio Pietralata (all’interno del fabbricato C2). I fabbricati principali di stazione, denominati edificio A1 ed edificio C2, sono realizzati con strutture pendolari in acciaio controventate da nuclei in cemento armato. Vengono di seguito descritti i principali criteri che hanno determinato le scelte progettuali effettuate e le principali fasi di costruzione e montaggio.

Descrizione dell’opera
Il sistema di edifici che costituisce la Nuova Stazione AV di Roma Tiburtina è un complesso intervento di ristrutturazione e nuova costruzione che coinvolge l’intera area del sedime ferroviario, storicamente a separazione dei quartieri Nomentano e Pietralata: il superamento di questa separazione fisica fra le due aree metropolitane è stato proprio il filo conduttore della progettazione architettonica e strutturale della nuova Stazione. La filosofia progettuale dell’opera è stata infatti impostata sulla realizzazione di un grande corridoio coperto fra i fabbricati di stazione, il fabbricato A1 dal lato Nomentano ed il fabbricato C2 dal lato Pietralata. La copertura, che collega i due edifici e che si sostiene sulla piastra ponte già esistente a copertura del fasciame di binari, diventa un vero e proprio “Boulevard urbano” fra i due quartieri, arricchito dalla presenza dei corpi appesi alla copertura, grandi volumi commerciali destinati ai servizi al passeggero ed ai fruitori dell’infrastruttura urbana. Nei paragrafi seguenti vengono descritte sinteticamente le caratteristiche dei diversi edifici e delle strutture metalliche che li compongono, con particolare evidenza per la copertura della Galleria Ponte.

Articolo tratto dagli Atti del XXIV Congresso C.T.A. – Torino, 30 settembre - 2 ottobre 2013


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su