SONDAGGIO: 93% professionisti vorrebbero ripristino delle TARIFFE PROFESSIONALI

08/05/2015 2881

INGENIO ha realizzato un sondaggio dedicato ai professionisti e al loro pensiero su alcuni aspetti che sono stati molto dibattuti un questi anni.
Ovviamente la prima domanda è dedicata alla tema delle Tariffe minime, ossia se si dovrebbero ristabilire oppure no.

Un plebiscito a favore: quasi il 93% dei partecipanti al sondaggio è a favore di un ritorno alle tariffe minime. Ecco i risultati:
•    essere stabilite per ogni tipo di prestazione professionale negli appalti pubblici e privati = 87%
•    essere stabilite per ogni tipo di prestazione professionale negli appalti pubblici    = 3.3%
•    essere stabilite per ogni tipo di prestazione professionale negli appalti privati =     2.2%
•    no, le regole le fa il mercato = 7.6%

Se i consigli nazionali devono quindi pensare a una priorità nei loro programmi di lobby politica il messaggio è chiaro, i professionisti vogliono un ritorno alle tariffe minime. Un obiettivo non semplice però.
Abbiamo sentito il dott. Gian Vito Graziano, presidente dei Geologi: “si tratta di una richiesta capibile, e anch’io sarei favorevole, ma ritengo che sia un tema anacronistico perché purtroppo rappresenta un traguardo in questi momenti impossibile da raggiungere, e per chi non ci crede ricordo, con grande rammarico, che il CNG solo per avere introdotto il termine DECORO nel codice deontolico sia stato condannato a pagare 15.000 euro di sanzione in quanto, per l’ANTITRUST, si trattava di un <<tentativo surrettizio  di  reintroduzione delle tariffe minime>> ”

Non c'è che dire, purtroppo la lenzuolata di Bersani continuerà a danneggiare un intero settore professionale.

Se si volesse rispondere al sondaggio, anche sui temi su POS, FORMAZIONE, ASSICURAZIONI, INARCASSA è ancora possibile farlo al seguente LINK.
Chi partecipa può leggere anche i risultati generali.
 

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su