Il campo verticale come simbolo della produzione agricola nel Padiglione Israeliano

“Quando con David Knafo, l’architetto che ha ideato il padiglione, abbiamo ragionato sull’aspetto architettonico abbiamo inteso da subito l’importanza di focalizzare la nostra attenzione sul territorio di Israele. L’approccio usato nella progettazione, nello sviluppo e nella realizzazione del padiglione, processi curati da Avant Video System (AVS) è nato dal desiderio di mostrare l’aspetto tipico dell’agricoltura israeliana e trasformarlo in una parte inseparabile della struttura, da qui il “campo verticale” coltivato con il meglio della produzione agricola Israeliana, creato sul fianco del padiglione che simultaneamente crea un colpo d’occhio spettacolare. Il giardino verticale che è conforme alle regole della bio architettura, è fatto al 100% con materiali riciclati e soddisfa e supera lo standard Gold LEED. Il sistema d’irrigazione che ha una patente israeliana non solo risparmia il consumo di acqua ma abbatte l’emissione di sostanze inquinanti.

Anche la tecnologia usata per la costruzione ed il funzionamento del Padiglione rispecchia lo stesso standard. La struttura che non ha fondamenta, ha una pavimentazione raffreddata da un sistema ramificato integrale di tubi in cui l’acqua fluisce da uno scavo vicino, riducendo così l’utilizzo di aria condizionata al minimo, con una ventilazione addizionale dal soffitto. Abbiamo creato il maggior numero di zone d’ombra, il più possibile all’aperto. La struttura stessa è stata progettata per essere semplice da montare e smontare, con la garanzia che l’area utilizzata tornerà al suo stato originale, con impatto ZERO sul territorio.

Il padiglione di Israele nella sua struttura risponde alla necessità pratica legata al contesto urbanistico in qui si trova. A Milano durante l’Expo 2015 si stimano milioni di visitatori, si parla di circa 25 milioni. Considerando l’alto numero di nazioni e padiglioni presenti la possibilità di poter entrare in tutti è un’impresa impegnativa che richiede più di un giorno di visita. Ecco quindi che partendo da questa condizione reale, Israele, nel proporre il proprio progetto, ha inteso creare una struttura iconografica, facilmente riconoscibile e visibile da più parti dell’esposizione. L’effetto scenico della parete verticale, parte della sua struttura esterna, che si estende per circa 70 metri ed è alta 12, sarà facilmente visibile dalla maggioranza dei visitatori.

Israele ha preso l’impegno di partecipare a Expo Milano 2015 con la massima attenzione allo spirito di questa esposizione di eccellenza, e la parete verticale del nostro padiglione “Fields of Tomorrow” non è stata ideata come un’opera decorativa ma come una struttura emozionale che porta subito il visitatore a pensare a quelle che sono le sfide di tutte le nazioni per i prossimi decenni; combattere la fame nel mondo, cercare e trovare soluzioni consapevoli, condividere tecnologie all’avanguardia, questo esprime la parete verticale del Padiglione d’Israele dove più dell’80% della sua estensione è composta da coltivazioni di grano, riso e mais con un sistema d’irrigazione all’avanguardia a basso impatto ambientale.”

Elemento principale del Padiglione di Israele è l’enorme prato verticale presente in facciata. Il passare del tempo produce variazione di colture e mostra l’efficacia dell’irrigazione “goccia a goccia”, con un sistema che prevede anche il recupero di acqua, ideale per zone con scarsità di acqua.
Altre strategie per l’efficienza energetica adottate nel Padiglione sono: utilizzo di materiali sostenibili e certificati, uso di tecnologia a secco ed utilizzo dell’illuminazione a led per un maggiore risparmio energetico.
Dopo EXPO, sono state previste due ipotesi di riutilizzo: il mantenimento in loco come centro per l’agricoltura, oppure la riconversione in palestra per arrampicarsi, o in struttura con finalità sportive.
Il Padiglione partecipa al concorso “Verso un Expo sostenibile”, in cui verranno premiate le best practice di Expo e le soluzioni architettoniche più innovative nel campo della sostenibilità.

Scarica la brochure di approfondimento

 

Per informazioni visita il sito http://www.partake.minambiente.it e il sito ufficiale del Padiglione expo2015israel.com

(fonti: ufficio stampa e sito ufficiale)