Stabilità 2016, effetti collaterali in edilizia: bonus antisismica e incentivi flotte aziendali e PC

03/11/2015 4473

La Legge di Stabilità 2016 (qui l'articolo che riassume tutte le novità principali) presentata in Senato prevede alcuni superammortamenti per imprese e professionisti: sgravi fin dal 2015, detassazione anche per pc e flotte aziendali, incentivi caso per caso. Prorogata a tutto il 2016 anche la detrazione del 65% in merito alla messa in sicurezza antisismica degli edifici

Non solo tasse sulla casa, bonus mobili per gli Under 35 e bonus ristrutturazioni edilizie: nel testo della Legge di Stabilità 2016 aggiornato, emergono altre importanti specifiche per il settore edilizia e professionisti. 

SCARICA IL TESTO DEFINITIVO DEL DDL STABILITA' (AGGIORNAMENTO 26 OTTOBRE 2016)

I bonus edilizi più 'famosi'
Il DDL Stabilità 2016, all'articolo 7, prevede l’estensione fino al 31 dicembre 2016 delle detrazioni – riconosciute fino al 31 dicembre 2015 nelle misure del 50 e del 65% – per gli interventi di ristrutturazione edilizia e di risparmio energetico. Lo stesso dicasi per il bonus mobili e grandi elettrodomestici.

Poi c'è la novità giovani coppie Under 35 (almeno uno dei due, conviventi o sposati è uguale): se acquistano la prima casa potranno detrarre il 50% delle spese per l’acquisto di mobili destinati ad arredarla. La detrazione si applicherà alle spese, fino ad un massimo di 8.000 Euro, sostenute dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2016 e sarà ripartita in dieci rate annuali.


Antisismica: confermata la detrazione del 65%
Stessa proroga vige anche per la detrazione del 65% in merito alla messa in sicurezza antisismica degli edifici (prime case ovvero edifici industriali) ubicati nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1 e 2 ex DPCM 3274/2003).

Non solo: per tutto il 2016, anche l’acquisto di un immobile ristrutturato a uso abitativo da un’impresa di costruzione potrà fruire della detrazione Irpef del 50%. Le relative spese possono essere portate in detrazione dall’imposta sul reddito delle persone fisiche. Allo scopo di ottenere l’agevolazione i lavori devono essere eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie, che, a seguito della novità apportata dalla Legge di Stabilità 2015 (confermato anche dal DDL Stabilità 2016), devono provvedere entro 18 mesi (prima il termine era di 6 mesi) dalla data del termine dei lavori alla successive alienazione o assegnazione dell’immobile.


Incentivi 2016 professionisti: flotte aziendali e PC
Importante novità per i professionisti: l'ammortamento del 140% sui beni strumentali - una delle novità della Legge di Stabilità 2016 - riguarda anche pc e flotte aziendali (che rientrano nella generica definizione di “beni strumentali”). Il superammortamento quindi si applica agli investimenti in beni materiali strumentali nuovi, acquistati dal 15 ottobre 2015 al 31 dicembre 2016. E' anche importante specificare che i nuovi incentivi non producono invece effetto sulla determinazione dell’acconto per il periodo d’imposta 2015.

L'agevolazione è consentita anche sugli acquisti di imbullonati (macchinari fissi al suolo) impianti fotovoltaici assimilati ai beni mobili (che hanno coefficiente di ammortamento al 9%). Se però l’impianto fotovoltaico è assimilato a un bene immobile, niente superammortamento.

Chiusura con flotte aziendali e PC: l'agevolazione riguarda auto aziendali ad uso esclusivo (esempio: auto per una società di noleggio o per un tassista) e date in uso promiscuo a dipendenti, agenti e rappresentanti di commercio. Per i veicoli utilizzati diversamente, purché rientranti nell’ambito dell’articolo 164, comma 1, lettera b, del Tuir (Testo unico imposte sui redditi) per i quali la deduzione è al 20%, l’incentivo del DDL Stabilità consente di elevare del 40% i limiti rilevanti per la deduzione delle quote di ammortamento.