Cassazione: i professionisti devono versare i contributi per tutte le attività

03/12/2015 12278

La sentenza 24303/2015 dispone che i professionisti debbano pagare i contributi alla cassa di previdenza di appartenenza non solo per le attività professionali riservate agli iscritti negli appositi Albi, ma anche per "quelle che presentano un certo livello di connessione"

Tutte le attività svolte vanno 'dichiarate' e su tutte le attività svolte, non solo su quelle professionali riservate agli iscritti negli appositi Albi, vanno versati i contributi: lo ha stabilito la Cassazione, costringendo quindi un geometra a pagare alla Cipag (Cassa italiana di Previdenza ed Assistenza dei Geometri liberi professionisti) i contributi anche sui compensi percepiti come perito assicurativo

Il caso specifico e le motivazioni
Nel caso specifico, Cipag aveva inviato una cartella di pagamento ad un geometra che non aveva versato i contributi inerenti ad un’attività che, sosteneva l’ente di previdenza, era riconducibile a quella professionale. Secondo il professionista l’attività di perito assicurativo era completamente estranea a quella di geometra, per la quale già pagava i contributi a Cipag. E' intervenuta quindi la Cassazione, che ha dato ragione alla Cassa di previdenza perché ha riscontrato una connessione tra le due attività.

Secondo la Cassazione, "i redditi prodotti dai liberi professionisti sono redditi professionali, soggetti alla contribuzione alla Cassa di categoria, non solo se derivano da un’attività riservata agli iscritti all’Albo, ma anche da prestazioni considerate atipiche, che però presentano un nesso con l’attività professionale svolta". Qui il nesso c'è: le prestazioni svolte in qualità di perito assicurativo richiedevano competenze tecniche di cui il professionista si avvaleva nell’esercizio della sua attività. Per svolgere le mansioni su cui si rifiutava di pagare i contributi a Cipag, il professionista doveva infatti mettere a frutto una cultura specifica di cui era in possesso grazie al suo percorso di formazione e abilitazione alla professione.

 

 


Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su