AmbiensVR: dal Progetto alla Realtà Virtuale in meno di 5 minuti

19/09/2017 4075

      

Non ci sono solo motivi di tipo economico a rallentare o bloccare la partenza di una costruzione o di una ristrutturazione. Quante volte un professionista si trova di fronte a rallentamenti dovuti ad incomprensioni progettuali? 
Spesso risulta difficoltoso trasmettere al proprio cliente il valore delle scelte effettuate: planimetrie ed elaborati progettuali sono strumenti fondamentali ma scarsamente efficaci dal punto di vista della comprensione immediata e del coinvolgimento emotivo.
Per questa ragione negli ultimi anni il rendering statico è diventato lo strumento principe della divulgazione architettonica: la visione realistica del proprio immobile tocca corde che una planimetria difficilmente potrebbe raggiungere.
A fronte di ciò e tenendo conto delle continue innovazioni in campo tecnologico, viene spontaneo chiedersi cosa resti da fare per portare questa visione e questo coinvolgimento ad un livello superiore.
I principali media indicano il 2017 come l’anno della svolta per la Realtà Virtuale e gli investimenti fatti da colossi come Facebook, Amazon, Expedia danno loro ragione. 

Cosa fare quindi se non approfittare di questa rivoluzione comunicativa anche in campo progettuale?

La VR sta diventando sempre di più un elemento chiave nella comunicazione e nel marketing; l’esplorazione interattiva di ambienti, luoghi e spazi di ogni natura porta il cliente ad un’esperienza sensoriale unica ed emozionante.         


guarda un esempio di immersione nella realtà virtuale ed esplorazione interattiva di un progetto

Qualcuno si sta già muovendo, all’estero e non solo.
In Italia AmbiensVR ha da poco concluso con successo una campagna di equity crowdfuding per oltre 220.000 euro, supportata dal gruppo numero uno degli investimenti in startup tecnologiche in Italia, LUISS Enlabs.
Mescolando skill informatiche ed architettoniche il team ha dato vita ad un tool che si adatta al workflow di qualunque professionista, perché offre due possibilità: 

  • AmbiensVR Unity Plugin, supportato da una serie di corsi ad hoc, pensato per chi vuole realizzare le scene VR autonomamente.
  • Servizio di realizzazione AVR, pensato per chi preferisce investire meno tempo ma non vuole rinunciare alla Realtà Virtuale.


Guarda il video: Interactive Virtual Reality for Architecture and Design

Cosa offre quindi Ambiens rispetto a ciò che è già sul mercato?

  • Immersività. Non si tratta di rendering o immagini 360 ma di ambienti virtuali. Tutto lo spazio è esplorabile ed offre una tridimensionalità a cui il semplice rendering panoramico non può lontanamente avvicinarsi.
  • Oggetti interattivi. E’ possibile decidere cosa rendere interattivo all’interno del progetto. Il cliente potrà quindi prendere parte alla progettazione nella misura decisa dal professionista.
  • Cambio materiali. Anche in questo caso il progettista può associare ad ogni elemento dell’ambiente una certa libreria di materiali da proporre al proprio cliente.
  • Inserimento foto 360. Inserendo delle foto 360 dello stato di fatto dell’immobile su cui si sta lavorando si potranno fare confronti immediati tra presente e futuro.
  • Esperienza multiplayer. Ambiens offre la possibilità di far partecipare alla sessione VR più di una persona. Perché limitarsi ad osservare lo spazio virtuale quando all’interno di quello stesso spazio è possibile confrontarsi e discutere anche con chi è a km di distanza da noi? 
  • Software multipiattaforma. Un software, tutte le piattaforme: creando una sola scena con AmbiensVR è possibile visualizzare il tutto su qualunque tipo di dispositivo: Android, iOS, PC, Mac, HTC Vive.

Esperienza, coinvolgimento ed emozione danno vita quindi ad una nuova forma di comunicazione tra progettista e cliente. La massima flessibilità di impiego della realtà virtuale permette al cliente di prendere parte in prima persona alla realizzazione del progetto, avendo la possibilità di personalizzare virtualmente diversi tipi di arredi e finiture. 



Ma la grande novità Ambiens l’ha riservata per la nuova stagione: il lancio di una serie di Plugin specifici per ogni Software di modellazione, in grado di trasformare un modello 3d in un'esperienza interattiva disponibile su tutte le piattaforme!
Il primo di questa serie verrà lanciato il 18 settembre: AmbiensVR SketchUp Plugin. 


L’immagine testimonia l’impatto minimo di AmbiensVR SketchUp Plugin sull’interfaccia del software

Ennio Pirolo, CEO di AmbiensVR a tal proposito racconta: “La nostra scelta è ricaduta su Sketchup perché è un software free, è molto intuitivo ed è supportato da una vastissima community. Integrandosi completamente con la sua interfaccia e senza necessità di esportare file esterni, il nostro plugin permette di trasformare un modello 3d in un’esperienza interattiva in meno di 5 minuti”

Lasciando il proprio workflow invariato, il progettista potrà coinvolgere il cliente in tutte le varie fasi della progettazione, trasportandolo all’interno di un’esperienza stimolante ed in grado di offrire un livello di comprensione incomparabile di spazi e ingombri.
Prossimo appuntamento per l’autunno 2017: AmbiensVR Revit Plugin, una rivoluzione per tutti coloro che utilizzano il BIM.