Microsoft Office 2013, disponibile la Preview

20/07/2012 1756

Le applicazioni presenti nella suite sono le ormai collaudate Word, Excel, PowerPoint, Outlook, OneNote, Access e Publisher. MS Office 2013 non rappresenta un semplice aggiornamento ma un vero e proprio salto generazionale, puntando ad esempio sulla compatibilità con schermi touch (in funzione quindi dell’interfaccia Metro dei dispositivi mobili, tablet in primis).

Office 2013 sarà compatibile con Windows 7, ma non con i precedenti sistemi operativi come Windows XP e Vista. Brutte notizie anche per i possessori di Mac, che dovranno accontentarsi di un aggiornamento della versione 11.

La nuova release sarà più social. La principale novità sarà l’integrazione con Skype e la possibilità di editare live documenti di gruppo. La soluzione non è nuova in quanto Google fornisce la stessa possibilità ormai già da diverso tempo, ma ben venga tale integrazione anche nella office suite più diffusa al mondo.

Altra novità accolta positivamente dai sostenitori del cloud è la maggior integrazione con il servizio di storage online di Microsoft, Skydrive. In questo modo i documenti saranno sincronizzati, visualizzabili ed editabili da qualsiasi dispositivo windows, anche in completa mobilità.

I miglioramenti apportati alle varie applicazioni sono molteplici: dall’integrazione di nuovi servizi e nuove funzionalità, alla compatibilità agli schermi touch e alle funzioni social e cloud.

La suite sarà disponibile da ottobre, probabilmente in concomitanza con la commercializzazione del nuovo Windows 8 il 26 ottobre. Sarà acquistabile con singola licenza o con la formula abbonamento con Office 365 che permetterà di installare la suite su 5 dispositivi differenti nelle edizioni: Office 365 Home Premium, Office 2013 – Office 365 Small Business Premium e Office 2013 – Office 365 ProPlus. I prezzi d’acquisto non sono ancora stati resi disponibili.

Sembra che dopo aver subito per anni un po’ passivamente l’avanzata della concorrenza, Microsoft voglia dare un chiaro segnale agli utenti e ai concorrenti. La volontà di fornire la nuova release di Windows 8 a soli 40 dollari per chi possiede la licenza dei vecchi XP, Vista e Windows 7 la dice lunga in merito al cambiamento di rotta adottato da Microsoft.