Il Mar Mediterraneo rischia di diventare una discarica

27/07/2012 712

Un’immensa discarica di navi da guerra dismesse a due passi dal centro urbano di Messina: l’Arsenale Militare diventerà “Centro di eccellenza” per la “demilitarizzazione e lo smaltimento” delle unità navali dell’Alleanza Atlantica. Un mega impianto che potrà contenere fino a duemila tonnellate di prodotti chimici e idrocarburi, agenti inquinanti e cancerogeni, rifiuti radioattivi, tossici e speciali, da smaltire. Questa la decisione e il progetto dell’Agenzia Industrie e Difesa di cui sarà partner la NATO Maintenance and Supply Agency (NAMSA) - che assiste i paesi membri dell’Alleanza negli acquisti comuni e nella manutenzione dei sistemi d’arma.

Un ecosistema a rischio: l’intero Mar Mediterraneo che potrebbe, in caso di incidente, inquinarsi fino al punto da non poter più essere utilizzato per la pesca o per il turismo.