Superbonus | Cessione del Credito
Data Pubblicazione:

Superbonus, non c'è tregua: possibile proroga per la CILA-S condomini e altre novità su cessione del credito

Il termine finale per la presentazione della CILA-S per il Superbonus da lavori edilizi nei condomini potrebbe essere spostata al 31 dicembre 2022 o anche successivamente in sede di conversione in legge del DL Aiuti Quater

Il Decreto Aiuti-Quater, che ha 'partorito' le ultime novità - non accolte benissimo, per usare un eufemismo, dalle associazioni di categoria e dagli addetti ai lavori - in materia di Superbonus, potrebbe subire in corso di conversione in legge (da ultimare entro il 17 gennaio 2023) un corposo maquillage, a quanto trapella da alcuni organi di informazione nazionali (Italia Oggi e Il Sole 24 Ore) sui rumors inerenti le proposte di emendamento di fonte governativa.

Sottolineando che al momento di parla di 'anticipazioni', vediamo di cosa si sta parlando ribadendo che, al momento, ciò che fa fede è il testo del DL 176/2022, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 18 novembre scorso.

CILA-S Superbonus: proroga al 31 dicembre 2022 o anche dopo?

La prima questione aperta è quella della CILA-S per i condomini: sappiamo che il DL Aiuti-Quater ha cristallizzato al 25 novembre scorso l'ultima data per la presentazione della stessa per i lavori in condominio e negli edifici plurifamiliari da 2 a 4 unità immobiliari al fine di poter prendere il Superbonus ancora nella sua versione al 110%.

Il Governo - secondo i rumors - non ostacolerà la presentazione di emendamenti che prevedano una riapertura dei termini al 31 dicembre o anche più avanti (15 giorni dopo la pubblicazione in legge della conversione?), considerando che quella scadenza potrebbe già risultare vecchia.

Cessione del credito e sblocco dei cassetti fiscali

Le Commissioni parlamentarri pensano anche ad una soluzione F24 ai crediti bloccati nei cassetti fiscali: una delle prossibilità trapelate è quella di una nuova soglia alla possibilità richiesta dalle banche di riversare gli incassi da F24 con una percentuale (1%) di crediti fiscali.

Leggi anche