Le novità nel settore del software. A colloquio con 2SI

23/09/2014 7319

Quali sono le novità che verranno presentate nei prossimi mesi?

Lo sviluppo del software procede su più fronti. Abbiamo appena ultimato l’inserimento in PRO_SAP di un nuovo elemento finito, l’elemento Cinghia, un superelemento che consente di modellare il comportamento di cavi che interagiscono con le strutture in alcuni punti definiti e che mantengono lo sforzo normale costante all’interno del cavo, anche in presenza di variazioni di direzione. L’applicazione più classica di questo tipo di elemento è il contenimento di edifici esistenti in muratura (ad esempio ritegni per il ribaltamento di facciate), ma può essere utile anche per modellare cavi di gru o funi, o in generale strutture in cui siano presenti carrucole.
Abbiamo rilasciato una nuova versione di PRO_SAP che consente la progettazione dei rinforzi degli elementi strutturali in cemento armato e muratura (con incamiciatura in cemento armato, incamiciatura in acciaio e fibrorinforzi) ottimizzata secondo le normative più moderne e le linee guida disponibili in letteratura. L’adeguamento o il miglioramento sismico di edifici esistenti, potrà essere affrontato mediante l’inserimento di nuovi elementi strutturali, l’inserimento di sistemi di isolamento sismico e dissipazione simica, oppure il rinforzo degli elementi esistenti.
Abbiamo inoltre perfezionato l’implementazione degli Eurocodici: l’internazionalizzazione del software darà la possibilità ai nostri clienti di offrire le loro capacità progettuali anche all’estero.

Su quali temi state lavorando con maggiore attenzione?

Il tema su cui ci stiamo concentrando maggiormente è l’implementazione della tecnologia BIM (Building Information Modeling), che consente il rapido scambio di informazioni tra software che concorrono al progetto. Con BIM si intende un sistema che consente a PRO_SAP di caricare nel progetto tutte le informazioni (localizzazione geografica, geometria, proprietà dei materiali e degli elementi tecnici, fasi di realizzazione, …). Questo linguaggio comune permette ai diversi software di dialogare e quindi contribuire a una reale collaborazione tra le diverse aree, non solo progettuali, che concorrono alla realizzazione della costruzione. Sempre attraverso la tecnologia BIM sarà possibile esportare i medesimi dati verso gli altri software utilizzati per la gestione della struttura.
Lo sviluppo prevede ulteriore internazionalizzazione del software con l’implementazione di normative nazionali specifiche per dare impulso all’espansione all’estero del lavoro dei progettisti.
Verranno inoltre implementate le più moderne tecniche di analisi, come ad esempio le analisi dinamiche non lineare. Questo tipo di analisi richiede uno sforzo computazionale molto elevato, pertanto in parallelo verrà data la possibilità di utilizzare piattaforme cloud e web service che consentiranno di eseguire le analisi su postazioni virtuali potentissime.

Come vi ponete nei confronti dei nuovi strumenti ICT, come cloud, tablet, ecc.?

Il tema della condivisione dei dati tramite strumenti Cloud e l’utilizzo di sistemi portatili (Tablet e Smartphone in primis) sta diventando sempre più presente all’interno delle realtà aziendali di tutte le dimensioni come anche le attività del singolo professionista.
In quest’ottica, lo sviluppo di PRO_SAP è legato a doppio filo all’utilizzo delle recenti piattaforme tecnologiche: i nuovi processori consentono di ottimizzare le performance nel contesto di una sempre migliore ottimizzazione energetica. Questo darà la possibilità di utilizzo del software in mobilità, là dove le nuove piattaforme Intel© hanno la possibilità di esprimersi al meglio sia nel campo della workstation portatile per la massima performance, sia su Tablet o Smartphone per la visualizzazione dei contenuti in mobilità; senza trascurare la potenza e la flessibilità delle più recenti workstation desktop.
La fruizione dei dati è garantita attraverso l’utilizzo di protocolli comuni di interscambio a livello di sistema operativo che permettono di rendere i nostri software fin da subito fruibili attraverso le piattaforme Cloud più recenti come Microsoft© OneDrive, Apple© iCloud o Dropbox©.
Non per ultimo come importanza è fase di implementazione l’introduzione di una piattaforma PRO_SAP Amazon© Web Service con la quale è possibile l’utilizzo completo del software, dalla modellazione all’analisi, attraverso l’accesso alla risorsa da un comune browser web da qualunque pc o dispositivo sia esso Apple© o Android.

Come vi state organizzando per coniugare l’uso del software con i crediti formativi?

Negli ultimi mesi siamo stati invitati da vari Ordini degli Ingegneri a tenere seminari utili per i crediti formativi. L’esperienza è stata molto positiva: i posti disponibili generalmente si esauriscono nel giro di poche ore dall’annuncio dell’evento e i tecnici presenti al seminario sono molto interessati ed intervengono con domande di approfondimento.
Cerchiamo di dare alla presentazione un taglio di tipo scientifico: illustriamo i principi e regole applicative, della normativa senza soffermarci troppo sull’utilizzo di PRO_SAP nello specifico, ma affrontando applicazioni a casi reali e ponendo l’attenzione a quali controlli è opportuno fare per assicurarsi l’accettabilità dei risultati proposti dai software di calcolo.
Data la soddisfazione che c’è stata sia da parte nostra che da parte dei tecnici intervenuti, in futuro organizzeremo sicuramente altri incontri gratuiti presso gli Ordini.