Il mercato globale dell’efficienza energetica è 'una potenza invisibile' dell'economia

10/10/2014 1814

Il mercato globale l'efficienza energetica vale almeno 310 miliardi di dollari l'anno ed è in crescita, secondo un nuovo rapporto dell'Agenzia internazionale per l'energia, che conferma la posizione di efficienza energetica come "primo combustibile" del mondo. Il rapporto rileva inoltre che il settore dell’efficienza energetica sta diventando un segmento di mercato consolidato, con nuovi prodotti e standard innovativi, aiutando a superare i rischi e portandogli stabilità e fiducia.
"L'efficienza energetica è la centrale elettrica invisibile nei paesi AIE ed oltre, lavorando dietro le quinte per migliorare la nostra sicurezza energetica, ridurre le nostre bollette energetiche e farci avvicinare e raggiungere i nostri obiettivi climatici", ha detto il direttore esecutivo dell'AIE Maria van der Hoeven al Verona Efficiency Summit, come riportato sull’ Energy Efficiency Market Report 2014 dell'AIE .
La relazione annuale, giunta alla sua seconda edizione, dimostra che gli investimenti in efficienza energetica stanno contribuendo a migliorare la produttività dell’energia - la quantità di energia necessaria per produrre un'unità di PIL. Tra i 18 paesi dell'AIE valutati nel rapporto, il consumo totale finale di energia è sceso del 5% tra il 2001 e il 2011 principalmente per effetto degli investimenti in efficienza energetica. Il consumo energetico complessivo risparmiato nel decennio grazie all’aumento dell'efficienza energetica nei paesi dell'AIE è 1 732 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio - più grande della domanda complessiva di energia degli Stati Uniti e la Germania del 2012.
La precedente analisi IEA ha dimostrato che l'efficienza energetica non è solo un combustibile nascosto, ma è anche il "primo carburante" delle più grandi economie dell'AIE.
Il rapporto rivela anche che esiste un enorme potenziale per lo sviluppo del settore dell’efficienza energetica nelle economie emergenti al di fuori dell'OCSE, mediante la produzione e l’introduzione di veicoli efficienti e la realizzazione di infrastrutture di trasporto. L'IEA stima che l'efficienza può ridurre fino a 190 miliardi in USD i costi del carburante nel settore dei trasporti a livello globale entro il 2020 e può aiutare ad alleviare l'inquinamento atmosferico locale e anche affrontare i problemi di congestione dei sistemi di trasporto urbano in rapido sviluppo.
"L'efficienza energetica si sta muovendo da un interesse di nicchia a un segmento di mercato stabile, con crescente interesse dei finanziatori istituzionali e investitori", ha detto il direttore esecutivo dell'AIE. "Come l'efficienza energetica è essenziale per raggiungere i nostri obiettivi climatici pur sostenendo la crescita economica, così l'uso crescente della finanza ne è uno sviluppo positivo. Per espandere completamente questo mercato, sarà necessario rafforzare iniziative per continuare a ridurne gli ostacoli alla sua espansione"