Innovazione delle STRUTTURE e dei MATERIALI CEMENTIZI: ACI e FEDERBETON premiano migliori PhD

Innovation in Concrete Structures and Cementitious Materials: a SAIE si premiano i migliori PhD
ACI IC, il Chapter Italiano dell’American Concrete Institute, con il supporto di FEDERBETO e di SAIE ha voluto realizzare un concorso che avesse come oggetto la premiazione delle migliori tre tesi di dottorato su "Innovation in Concrete Structures and Cementitious Materials”.  Un concorso a cui hanno aderito 26 ricercatori dottorati per altrettante tesi dedicate al calcestruzzo strutturale ed alle costruzioni in c.a./c.a.p. Le sedi universitarie di provenienza sono sedici  ed in due casi i progetti di ricerca sono in collaborazione con università straniere.

Una delle ragioni d’essere dell’ACI - AMERICAN CONCRETE INSTITUTE - è certamente quella di favorire la formazione degli Ingegneri e degli Architetti  al fine di migliorarne le capacità progettuali e di innovazione in ambito tecnologico-costruttivo, con ciò favorendo anche la mutua comprensione e collaborazione fra l’Industria delle Costruzioni, le Professioni e l’Alta Cultura tecnico-scientifica rappresentata prevalentemente – ma non esclusivamente – dalle Scuole di Ingegneria ed Architettura.
Sfortunatamente, in certi ambienti – ed in certi paesi – sì è instaurata la convinzione che gli studi di dottorato e la pratica progettuale-costruttiva siano due mondi paralleli, con interconnessioni inevitabili, ma tuttosommato episodiche. Questa convinzione però è poco giustificata, perché le metodologie di alto livello in campo teorico, numerico e sperimentale debbono necessariamente volare alto a causa della complessità di molti  problemi ingegneristici. A tal proposito è opportuno ricordare – parafrasandola – una celebre frase di Einstein, secondo il quale i modelli (cioè la rappresentazione che la Ricerca dà della Realtà) devono essere semplici ma non semplicistici.

Favorire la mutua comprensione e conoscenza fra Industria delle Costruzioni, Professioni e neoDottori è stata fin dall’inizio (due anni fa) la forza trainante di questa iniziativa, che oggi viene realizzata grazie a tre avvenimenti concomitanti:  la disponibilità di  Federbeton a fornire il supporto finanziario per uno o più premi per le tesi migliori presentate e discusse nel periodo 2012-2014; l’interesse del SAIE per ospitare una cerimonia dedicata alla proclamazione dei vincitori,  all’illustrazione  delle loro tesi ed alla presentazione concisa delle altre tesi; ed infine la proposta di IMREADY di pubblicare i sommari sul suo sito.

Il Consiglio di ACI-Italy Chapter ha ricevuto 26 sommari estesi di altrettante tesi dedicate al calcestruzzo strutturale ed alle costruzioni in c.a./c.a.p. Le sedi universitarie di provenienza sono sedici  ed in due casi i progetti di ricerca sono in collaborazione con università straniere.

Gli argomenti sono ben bilanciati fra materiali cementizi (42% dei sommari) e strutture in c.a./c.a.p. (58%). Nel primo caso prevalgono i lavori di tipo sperimentale (3 su 4), ma la modellazione è presente in modo significativo (1 su 4). Nel secondo caso i comportamenti strutturali sotto azioni statiche e sotto azioni dinamiche/sismiche/impulsive sono equamente rappresentati, rispettivamente con il 27 ed il 31% dei sommari. Un ponte ideale fra Architettura ed Ingegneria è rappresentato da due sommari sul comportamento sismico degli edifici  italiani dell’architettura razionalista degli anni 30, e sugli edifici alti del secondo dopoguerra. 

Tutti i sommari sono stati esaminati e rivisti da un Comitato di 5 esperti (di cui due appartenenti al Consiglio e tre esterni), ed i tre vincitori sono sempre risultati inclusi fra i 6 primi autori indicati da ciascun revisore. E’ tuttavia giusto sottolineare che non è stato per nulla facile identificare le tre tesi migliori, essendo sia le tesi che i loro sommari di elevata qualità. 
Scorrendo i sommari si può osservare la concretezza della stragrande maggioranza dei temi trattati, riguardanti la progettazione ed il monitoraggio delle costruzioni nonchè le  tecnologie costruttive,  mentre alcuni sommari riguardanti la modellazione di materiali e strutture, pur essendo più lontani dalla quotidianità, contribuiscono all’affinamento della modellazione, come richiesto dal crescente interesse per codici di calcolo complessi e potenti, con particolare riferimento alle azioni dinamiche, sismiche ed impulsive.

In conclusione, il Consiglio di ACI-Italy Chapter ed il Comitato dei Revisori esprimono la speranza che tutti gli interessati al mondo dell’Ingegneria Civile e delle Costruzioni apprezzino questi sommari e le tesi che essi rappresentano. L’obiettivo di questa iniziativa sarebbe così raggiunto, piccolo passo per ridurre il distacco fra pratica progettuale/costruttiva ed alta formazione.

PIETRO GAMBAROVA - ACI IC


PROGRAMMA
CONVEGNO ACI IC
Innovazione per il rilancio del settore dei Materiali Cementizi e delle Costruzioni in c.a./c.a.p: ricerca

scientifica, sviluppo industriale, pratica progettuale e costruttiva

Ore 14:30 - Saluti di apertura

Sergio Crippa, Presidente Federbeton

Roberto Realfonzo, Presidente ACI Italy Chapter

Ore 14:45 - Premiazione delle migliori tesi di dottorato “PhD Students Award 2014”

Concorso lanciato da ACI IC insieme a Federbeton

Presentazione di tutte le tesi candidate

Pietro Gambarova, Politecnico di Milano

Ore 16:00 - La ricerca delle scuole di dottorato: un’opportunità per le aziende?

Ezio Giuriani, Università di Brescia

Ore 16:15 - Sviluppo industriale: ricerca industriale e rapporti Industria-Università

Pier Federico Baldinucci, COLACEM

Ore 16:30 - Innovazione nella pratica progettuale e costruttiva

Franco Mola, Politecnico di Milano

Ore 16:45 - Dibattito

Modera

Paolo Riva, Università di Bergamo


—————————-------
Elenco partecipanti al concorso:

1.     Antonio Caggiano - Università di Salerno, 10° Ciclo: Meso-Mechanical Analysis of Steel Fiber-Reinforced Cementitious Composites

2.     Tommaso D'Antino - Università di Padova, 26° Ciclo: Bond Behavior in Fiber-Reinforced Composites: Polymer  versus Cementitious Matrices
3.     Alessia Monaco - Università di Palermo, 24° Ciclo: Testing and Modeling of Hybrid Steel-Trussed Concrete Beams in Shear
4.     Chiara Romano - Università di Roma "La sapienza", 26° Ciclo: A Macroseismic Method for Vulnerability Assessment of Rationalist Architectural Heritage
5.     Milot Muhaxheri - Politecnico di Milano, 25° Ciclo: On the Behaviour of Coupling Beams Retrofitted with Advanced Cementitious Composites - Experiments and Modelling
6.     Michele Palermo - Università di Bologna, 26° Ciclo: On the Role of Two-Dimensional Squat Members in the Buildings Subjected to Seismic Loading
7.     Mauro Torquati - Università of Bergamo, 26° Ciclo: Displacement-Based Assessment of Precast Structures
8.     Manuel Quagliaroli - Politecnico di Milano, 26° Ciclo: From Bidimensional to Monodimensional Modeling of Sound and Damaged reinforced-Concrete Structures
9.     Francesco Lo Monte - Politecnico di Milano, 26° Ciclo: Reinforced Concrete in Fire: from Materials Behaviour to Spalling sensitivity and Structural Modelling
10.  Dario De Domenico – Università di Reggio Calabria, 26° Ciclo: A Limit Analysis-Based Approach to Model R/C Members Collapse
11.   Antonio Conforti – Università di Brescia, 25° Ciclo: Shear Behavior of Deep and Wide-Shallow Beams Made of Fiber-Reinforced Concrete
12.   Marianna Ercolino – Università di Napoli Federico II, 26° Ciclo: Seismic Behavior of One-Story Precast Buildings
13.   Antonio Bossio – Università di Napoli Federico II, 25° Ciclo: Bar Corrosion in R/C Structures: Analytical Modeling and Validation by means of Non-Destructive Testing
14.   Giovanna A. F. Ferrara – Università du Catania, 24° Ciclo: Prediction of the Seismic Response of Asymmetric Buildings by means of Nonlinear Static Methods
15.   Giuseppe Centonze – Università del Salento, 23° Ciclo (acquisizione del titolo nel Luglio 2012): Mechanical Behaviour of Concrete Reinforced with Recycled Steel Fibres Coming from Waste Tires(**)
16.   Valentina Sumini – Politecnico di Milano, 26° Ciclo: Arturo Danusso’s Legacy on Earthquake Engineering and Tall Buildings Design
17.   Chiara Rossino – Politecnico di Milano, 25° Ciclo: Intrinsic Damage and Spalling Sensitivity of Concrete Subjected to High Temperature
18.   Alessandra Buoso – Università di Bergamo, 25° Ciclo: Piezoresistivity in Cementitious Composites Containing Carbon Nanotubes
19.   Giuseppe Sciumè – Università di Padova, 25° Ciclo: Thermo-Hygro-Chemo-Mechanical Modeling of Concrete at Early Age
20.   Flavio Stochino – Università di Cagliari, 25° Ciclo: Flexural Models for Reinforced-Concrete Beams under Blast Loading
21.   Carlo Guastini – Università di Firenze, 25° Ciclo: Punching Shear and Bending Behavior of HPC and HPFRC Thin Slabs
22.   Diego Alejandro Talledo – Università di Firenze e Università di Braunschweig, 25° Ciclo: A Coupled Environmental-Mechanical Damage Model for Structural Analysis of R/C Constructions
23.   Antonella D'Alessandro – Università di Perugia, 23° Ciclo (acquisizione del titolo nel Febbraio 2012): The Use of Nanotechnologies for the Production of  Strain-Sensitive Cementitious Materials
24.   Giulio Zani - Politecnico di Milano, 25° Ciclo: High-Performance Cementitious Composites for Sustainable Roofing Panels
25.   Carla Conte – Università del Salento, 22° Ciclo (acquisizione del titolo nell’a.a. 2012-13):  Analysis of the Seismic Response of 2D Multi-Storey R/C Frames with Vertical Irregularities 
26.   Silvia Caprili – Università di Pisa, 24° Ciclo: Low-Cycle Fatigue and Corrosion of the Reinforcement in  Concrete Structures Subjected to Seismic Risk