20° Congresso CTE: al Politecnico di Milano dal 6 novembre 2014

04/11/2014 3800

Si terrà a Milano, presso la prestigiosa sede del Politecnico, il 20° Congresso CTE, il Collegio dei Tecnologi dell'Edilizia Industrializzata

Dal 6 all'8 novembre, come sempre molto interessante il programma delle relazioni tecniche, suddivise in diverse sessioni tematiche:

Giovedì 6 novembre

  • Sessione A Ricerche teoriche ed applicate
    • Theoretical and applied researches
    • Presidente Marco di Prisco, Politecnico di Milano
  • Sessione B Materiali e tecnologie
    • Materials and technologies
    • Presidente Luigi Ascione, Università degli Studi di Salerno

Venerdì 7 novembre

  • Sessione C Progettazione
    • Design
    • Presidente Marco Menegotto, Università degli Studi di Roma “La Sapienza”
  • Sessione D Costruzioni e sostenibilità
    • Buildings & sustainability
    • Presidente Stefano Calzolari, Ordine Ingegneri Milano

Per Sabato 8 novembre è invece prevista la visita tecnica alla Torre Isozaki.

La Torre Isozaki, soprannominata Il Dritto, è stata progettata dall'architetto giapponese Arata Isozaki e
dall'architetto italiano Andrea Maffei. Il progetto strutturale definitivo è firmato da ARUP e quello esecutivo da
Studio Iorio (direttore tecnico, Ing. Francesco Iorio). L’impresa che sta costruendo la torre è l’impresa Colombo
Costruzioni S.p.A. con sede a Lecco.
Con i suoi 202.2 m (207.2 m l'altezza effettiva dal piano stradale, 228.0 dal piano fondazione) la torre è uno tra gli
edifici più alti d’Italia e il più alto al tetto. Il tetto è stato raggiunto da oltre due mesi (50 piani) ed i lavori ora
proseguono per portare a compimento la parte strutturale, parallelamente alle lavorazioni impiantistiche e di finitura
interna. Attualmente sono già conclusi i primi 22 piani, anche a livello di finiture interne.
Impressionanti i numeri di questa realizzazione che sta impegnando Colombo Costruzioni dal 2012 e che verrà
terminata ad inizio 2015, a partire dalla forza lavoro: con 400 persone mediamente presenti in cantiere, cui vanno ad
aggiungersi 50 tra ingegneri, architetti, geometri e addetti all’amministrazione, il cantiere ha visto il clou delle
presenze proprio in questa estate 2014, con una previsione di circa 450 addetti e un indotto di circa 2.500 persone.
L’edificio poggia su una platea di fondazione da 5.300 mc di calcestruzzo armato, sotto la quale sono stati realizzati
62 pali profondi 31 metri. E’ caratterizzato da una struttura con nuclei in cemento armato e pilastri in calcestruzzo
C70/85 (in sezione mista acciaio/cls per i primi piani, per ridurne le dimensioni in pianta), e da “travi cintura”
(reticolare in acciaio al 24esimo piano, in c.a.p. posteso in opera a parete piena in sommità all’edificio) che
collegano i nuclei principali tra loro. Al piede della torre sono posizionati quattro puntoni alti 40/60 metri, composti
da elementi in acciaio ed utili al controllo del comfort in sommità della torre (grazie agli smorzatori posti alla base
degli stessi) e previsti dall’architetto Isozaki come motivo architettonico distintivo.
La visita è aperta ai Soci CTE che pur non partecipando ai lavori del Congresso, fossero interessati alla visita della
Torre. Si fa presente che per l’accettazione delle prenotazioni pervenute presso la segreteria CTE, sarà tenuto conto
dell’ordine cronologico d’arrivo. La Segreteria CTE comunicherà con e-mail l’accettazione delle iscrizioni.

Per maggiori informazioni:

www.cte-it.org/