Celle solari stampate in 3D: una promessa per le zone rurali impervie

19/06/2015 1627


I progressi in campo tecnologico della stampa delle celle solari promettono un’energia rinnovabile pulita, che può raggiungere 1,3 miliardi di persone, ancora senza energia elettrica nei paesi in via di sviluppo.

La tecnologia, che richiede solo l'utilizzo di stampanti di taglia industriale già esistenti, è in grado di produrre celle solari flessibili e poco costose per il trasporto - afferma Scott Watkins, direttore dell'azienda coreana Kyung-In Synthetic. La natura malleabile delle celle solari sottilissime le rende ideale per le comunità rurali in località remote - aggiunge Watkins che è intervenuto al Smart Villages Session of the World Conference of Science Journalists che si è tenuto a inizio giugno a Seoul, Corea del Sud.
L’esistente tecnologia delle celle solari è costituita da pannelli a base di silicio che sono prodotti in wafer e richiedono una grande quantità di luce solare per essere efficienti. Le celle solari stampate invece impiegano un approccio più organico che utilizza la perovskite, un minerale composto da una miscela di piombo, iodio e una componente organica semplice.
Gli interessi e il finanziamento della ricerca nella tecnologia delle celle solari stampate è decollato di recente, facendo fare un notevole salto all’efficienza energetica fino al 20%, dal solo 3% di qualche anno fa. Tuttavia, le celle solari stampate hanno dimostrato di essere vulnerabili all'umidità che può causare contaminazione da piombo in caso di rottura delle cellule.
Watkins dice che la sua organizzazione sta esaminando diversi tipi di dispositivi come i verniciatori a spruzzo a doppia alimentazione che consentono stampe più personalizzabili. "Le celle solari stampate hanno lavorato molto bene con i programmi di Smart Village. Ho visto con i miei occhi come la tecnologia ha permesso a povere comunità urbane dell’India di accedere all’elettrica fuori rete", dice Watkins. "Il suo successo è dovuto alla sua economicità e semplicità. Un film di celle solari 10x10 cm è sufficiente a generare fino a 10-50 watt per metro quadrato", aggiunge.

Ma alcune sfide ostacolano la produzione e la distribuzione della tecnologia su larga scala. Bernie Jones, co-leader del progetto dell'iniziativa smart Villages, osserva che anche se hanno quasi perfezionato il metodo di produzione delle strisce di pellicola solari a basso costo,replicare il processo di produzione richiede una grande quantità di capitale. "Gli imprenditori che abbiamo coinvolto non possono permettersi di investire in macchine da stampa necessarie per produrre strisce solari a basso costo", conclude Jones.