Come risolvere infiltrazioni localizzate, su coperture di ogni genere

20/07/2015 7482

Si analizza qui un tipico problema di impermeabilizzazione, derivato da problemi alla copertura localizzati e ben individuabili.



In questi casi non è necessario un rifacimento generalizzato dell’intera copertura. Una buona analisi preventiva può individuare precisamente i punti di infiltrazione e il sistema impermeabilizzante liquido Kemperol si presta molto bene a lavorare su singoli dettagli.
Infatti, come è noto, le tradizionali impermeabilizzazioni prefabbricate (guaina bituminosa, PVC, ecc.) mal si prestano a lavorare su geometrie e dettagli complessi.
Per approfondimento, vedere le pagine 10 e 11 del catalogo generale, scaricabile qui: Brochure Generale Kemperol



La copertura in metallo rappresentata nelle foto presenta una insufficiente pendenza del canale centrale di scolo, con insufficiente scorrimento delle acque verso i due bocchettoni posizionati alle estremità della copertura.

Di conseguenza il livello dell’acqua nel canale di scolo, durante piogge intense, saliva oltre il livello per cui la copertura era stata progettata.

Questo causava infiltrazioni generalizzate attraverso i sormonti delle lastre metalliche delle falde con il canale di scolo. I sormonti non erano sigillati.

Inoltre presentava dei punti di infiltrazione attorno al lucernaio e al camino, a causa dell’invecchiamento delle lamiere e delle loro sigillature.

Si è quindi deciso di alzare la quota di contenimento verticale dell'elemento di tenuta delle acque piovane, aumentando la superficie e l’altezza del canale. Inoltre si è deciso di rivestire il perimetro del camino e del lucernaio, procedendo come nella foto di esempio a seguire:



Il sistema scelto è il tradizionale sistema impermeabilizzante liquido Kemperol, armato con tessuto non tessuto di 165 gr/m2.
Inoltre, per procedere con velocità nella sovrapposizione dei vari strati, si è scelto di usare, tra le varie opzioni di resine Kemperol, la resina metacrilica Kemperol AC Speed, con tempi di catalisi tra 30 minuti e un’ora.
A seguire mostriamo le varie fasi di lavoro: preparazione, taglio dei tessuti, impermeabilizzazione dei dettagli, impermeabilizzazione della superficie.

1. Preparazione del supporto
Pulizia, abrasivazione del metallo, mascheratura, posa del primer con immediato spolvero di quarzo.



2. Taglio dei tessuti su misura ai diversi dettagli



3. Impermeabilizzazione dei dettagli
3.5 kg/m2 di resina metacrilata Kemperol AC Speed armata con tessuto non tessuto Kemperol 165 g/m2 , posa della resina con tecnica bagnato su bagnato.



Per approfondimento, vedere le pagine 6 e 7 del catalogo generale, scaricabile qui.

4. Impermeabilizzazione della superficie

3.5 kg/m2 di resina metacrilata Kemperol AC Speed armata con tessuto non tessuto Kemperol 165 g/m2 , posa della resina con tecnica bagnato su bagnato.
Per approfondimento, vedere le pagine 6 e 7 del catalogo generale, scaricabile qui.

Conclusione
Tutte le superfici selezionate sono state rivestite, in due giorni di lavoro, con almeno 2 mm di resina impermeabilizzante Kemperol armata con tessuto non tessuto di 165 g/m2.
Le possibili infiltrazioni sono state eliminate.

Referenze di durabilità
Il sistema impermeabilizzante Kemperol viene applicato fin dal 1964 e le prime coperture realizzate sono ancora operative.
Per approfondimento, potete visitare il nostro sito web al seguente link:
www.kemper-system.com/IT/ita/chi-siamo/

Certificazioni
Tutti i sistemi Kemperol sono certificati ETAG 005 per una aspettativa di vita utile di 50 anni.
Potete visionare le certificazioni ETAG 005 del Kemperol AC Speed al seguente link:
www.kemper-system.com/uploads/PDF/Italia/Certificati/kit_cert_eta_kemperol_ac.pdf

Per ulteriori informazioni, visita il sito: www.kemper-system.com/IT/ita/