Energia: finalmente un’Italia sempre meno dipendente dall’estero e più "rinnovabile"

07/08/2015 1671

Rinnovabili 1/5 della produzione della fonte primaria e prima fonte di generazione elettrica
Pubblicata sul sito del Mise la Relazione sulla “Situazione energetica nazionale nel 2014”
 
Prosegue la transizione energetica dell’Italia verso un sistema più efficiente, meno dipendente da fonti estere e in cui le energie rinnovabili svolgono un ruolo sempre più rilevante.
L’energia da fonti rinnovabili copre infatti oltre un quinto della produzione primaria richiesta e rappresenta la prima fonte di generazione elettrica (43% della produzione nazionale lorda).
Anche la riduzione degli usi finali di energia (-4,6%) è stata generalizzata in tutti i settori e particolarmente acuta negli usi civili (famiglie e servizi pubblici e privati), che rimangono i maggiori consumatori di energia.
Una ripresa dei consumi si registrata invece nel settore trasporti, dopo sette anni di contrazione.
 
E’ quanto emerge dalla Relazione sulla “Situazione energetica nazionale nel 2014”, pubblicata sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico, che fornisce il quadro informativo necessario per il monitoraggio e l’avvio dell’aggiornamento della Strategia Energetica Nazionale (SEN) approvata nel 2013.
 
La relazione è stata redatta da un gruppo di lavoro costituito presso la Direzione Generale per la Sicurezza degli Approvvigionamenti e le Infrastrutture Energetiche (DGSAIE) e formato da rappresentanti istituzionali e settoriali interessati alle tematiche energetiche.
Alla relazione sono allegate tre monografie relative alle seguenti tematiche:
- Spesa energetica e competitività delle imprese;
- La produzione, i costi e il valore aggiunto del settore energetico nel periodo 2011-2014;
- Imposte sull’energia: principali evidenze del 2014 e analisi della serie storica 1995-2013.
 
E’ possibile consultare i documenti al seguente link: http://dgerm.sviluppoeconomico.gov.it/dgerm/