Dal 14 ottobre parte la SuperDia con modulo standard

La super Dia dovrà essere utilizzata in alternativa al permesso di costruire per gli interventi di nuova costruzione, ristrutturazioni edilizie, ristrutturazioni urbanistiche.

 
Scadono infatti il 14 ottobre i 90 giorni dall’approvazione della Conferenza Unificata in cui le Regioni e i Comuni avevano tempo di adeguarsi alla modulistica standardizzata.
 
Con le nuove semplificazioni in campo edilizio la SuperDia avrà un modello standard in tutto il territorio italiano. Fanno eccezione all’obbligo di adeguamento le regioni a statuto speciale, le quali conserveranno una sorta di potestà legislativa per quanto riguarda le materie legate all’edilizia.
 
Si ricorda che dal 14 ottobre la SuperDia potrà essere utilizzata in luogo del permesso di costruire nei seguenti tipi di intervento:
- ristrutturazioni edilizie
- nuove costruzioni
- ristrutturazioni urbanistiche.
 
Nel nuovo modello unico dovranno essere inserite le informazioni volte a identificare il tipo di lavoro nella sua completezza, i dati delle persone coinvolte (committente, progettisti, tecnici e imprese), l’area interessata con i relativi dati catastali e i geometrici dell’area interessata dal progetto.
 
Alla SuperDia andranno allegati la relazione tecnica asseverata del progettista, gli elaborati grafici e le ricevute attestanti l’avvenuto pagamento dei diritti di segreteria e degli oneri proporzionali in base al tipo di intervento.
 
Col nuovo modulo standard uguale in tutti gli Enti locali, per i professionisti diventerà quindi più facile svolgere incarichi di progettazione in più comuni, senza dover utilizzare modulistiche sempre diverse.