ANCE AL SAIE: RAFFORZARE ECOBONUS E NORME AD HOC PER LA RIGENERAZIONE URBANA

“Puntare su un’edilizia sostenibile e efficiente è possibile ma ci vogliono norme adeguate che spingano sulla rigenerazione urbana e sull’efficienza energetica”. Sono le parole con cui il Vicepresidente Ance, Gabriele Buia, si rivolge al mondo delle costruzioni riunito oggi a Bologna all’apertura della 51esima edizione del Saie di Bologna.

In vista della prossima Legge di stabilità, Buia si dice soddisfatto per la proroga degli ecobonus già annunciata dal Governo ma aggiunge che sarebbe necessario rafforzarli per incentivare grandi interventi e non solo piccole sostituzioni: “dobbiamo puntare a favorire quei lavori che permettono un maggior risparmio di energia”.

Un altro tema importante, secondo il Vicepresidente dei costruttori, riguarda le città che vanno ripensate: “Servono strumenti normativi adeguati alle moderne esigenze. Non basta dire consumo zero di territorio, c’è bisogno di una legge che consenta interventi di demolizione e ricostruzione necessaria a lanciare un vero  piano di riqualificazione urbana”.

Infine, in riferimento all’enciclica di Papa Francesco sulla casa comune da cui è partita la riflessione del Saie, Buia afferma che “il cammino è lungo ma dobbiamo cominciare a percorrerlo ora tutti insieme. Quella casa comune deve essere la base di una volontà di rivedere gli obiettivi da raggiungere: un'edilizia sostenibile ed efficiente”.