Presentato il CentroMS per la ricerca sulla microzonazione sismica e le sue applicazioni

Il centro rappresenterà un “organismo” unico per coordinare tutti i soggetti che operano sulle tematiche della microzonazione sismica e le sue applicazioni nel territorio nazionale.
 
Fornire supporto scientifico e tecnico ai soggetti istituzionalmente interessati alla microzonazione sismica e alle sue applicazioni, con particolare riferimento alla pianificazione urbanistica e alle problematiche connesse all’emergenza sismica.

E’ questo uno degli obiettivi del “Centro per la Microzonazione Sismica e le sue applicazioni Centro MS”, costituito agli inizi del 2015 su iniziativa del Consiglio Nazionale delle Ricerche - Dipartimento Scienze del Sistema Terra e Tecnologie per l'Ambiente (CNR-DTA) e dell’Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria (CNR-IGAG) coinvolgendo Istituti CNR, Enti di Ricerca e Dipartimenti universitari.
.
A descrivere la natura, gli obiettivi e le attività del progetto,una intera giornata che si è tenuta lo scorso 28 gennaio presso l’Aula Convegni del Consiglio Nazionale delle Ricerche, Piazzale Aldo Moro, 7 - Roma.
 
Alla giornata sono intervenuti i referenti istituzionali della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Protezione Civile (DPC), del CNR, dell’ENEA, dell’INGV, dell’ISPRA, dell’OGS, dell’ANCI e della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.
La sessione mattutina ha messo in luce la natura del CentroMS e il contesto in cui si colloca. Il Direttore CNR-DTA, dott. Enrico Brugnoli, il Direttore CNR-IGAG, dott. Paolo Messina, e il Presidente del Comitato d’Indirizzo, prof. Gabriele Scarascia Mugnozza, durante i loro interventi hanno evidenziato che il CentroMS è stato costituito per far fronte all’esigenza di coordinare tutti i soggetti che operano sulle tematiche della microzonazione sismica e le sue applicazioni nel territorio nazionale.
Obiettivo principale del CentroMS è quello di offrire un supporto al DPC e alle altre Istituzioni per la realizzazione dei prodotti di microzonazione sismica, anche ai fini della pianificazione territoriale.
Il dott. Massimiliano Moscatelli, Responsabile scientifico del CentroMS, ha poi ribadito che il CentroMS intende perseguire il suo obiettivo attraverso lo sviluppo di metodologie da utilizzare per la realizzazione degli studi di microzonazione sismica e per l’applicazione dei relativi risultati.
 
La sessione pomeridiana ha visto i partecipanti impegnati nella Tavola Rotonda, sul tema “Quale contributo del CentroMS alle attività istituzionali delle Regioni e del Dipartimento della Protezione Civile?”.  La discussione, che ha coinvolto i rappresentanti delle Regioni, Province Autonome e i componenti della Commissione tecnica per il supporto e monitoraggio degli studi di microzonazione sismica (OPCM 3907), è stata coordinata dal prof. Dario Albarello e dal prof. Marco Mucciarelli ed è stata animata dai referenti tecnici delle Regioni Calabria, Emilia Romagna, Toscana, dell’Autorità di bacino della Puglia e del DPC.
Durante la discussione è stato sottolineato che il CentroMS si propone come soggetto unico che, oltre a dare continuità alle attività intraprese in collaborazione con il DPC e con le Regioni, costituisca un luogo di confronto scientifico per la ricerca di settore, per la formazione teorica e operativa a professionisti e funzionari tecnici, per il supporto scientifico e tecnico nella realizzazione e nel coordinamento degli studi di microzonazione sismica e di tutte le attività ad essa correlate, anche nella fase di gestione della prima emergenza, promuovendo l’informazione ai soggetti interessati e ai cittadini.


VAI AL SITO
http://www.centromicrozonazionesismica.it/it/