Come scegliere le vernici isolanti? Da ANIT un documento per fare chiarezza

ANIT ha pubblicato un documento di analisi del comportamento di alcuni tipi di vernici isolanti, per sfatare miti diffusi di vernici dotate di super-poteri isolanti e far comprendere ai progettisti e soprattutto ai fruitori degli edifici che non è sufficiente utilizzare solo uno strato di vernice per isolare dal punto di vista termico un edificio. Per scegliere come progettare un isolamento termico occorre sempre analizzare il caso di riferimento, le stratigrafie di involucro di partenza e la zona climatica di riferimento. Inoltre è necessario individuare in modo specifico le principali caratteristiche dei prodotti da utilizzare, anche nel caso in cui si utilizzino, spesso in modo complementare ad altri tipi di isolamento, le vernici isolanti, sulla base del risultato che si vuole ottenere.

In particolare, occorre tenere conto dei seguenti parametri di riferimento:



ANIT si dichiara a disposizione dei progettisti e degli utenti fruitori degli edifici per testare e verificare le reali caratteristiche di materiali isolanti dichiarati particolarmente performanti e in cui si rileva uno scarso grado di attendibilità dei dati forniti dai produttori. Basta scrivere a associazione@anit.it.

Nel documento si ribadiscono inoltre alcuni concetti di base:

- Ad oggi non esistono in commercio prodotti con lambda dichiarati λD (ossia conducibilità termica) inferiori a 0,015 W/mK;

- anche i materiali più prestazionali (con λD = 0,015 W/mK) se posati in pochi millimetri non possono essere considerati strati isolanti per il comportamento invernale;

- per riflettere la radiazione termica infrarossa un rivestimento deve avere proprietà basso emissive.

Per approfondire l’argomento basta consultare il documento cliccando qui