Il primo numero della rivista LIT - Laterizi d’Italia, vola al Batimatec di Algeri

Annunciato nei mesi scorsi, è uscito ed in distribuzione in questi giorni il primo numero di LIT - Laterizi d’Italia, il nuovo house organ di ANDIL, edito da Edi.Cer. Spa.

LIT – Laterizi D’Italia è un giornale italiano a vocazione internazionale, composto da sezioni bilingue (italiano-inglese). Nasce come strumento strategico per la comunicazione dell’Associazione dei produttori italiani di laterizio che attraverso le pagine della rivista offre contenuti aggiornati, puntuali e inediti. Una rivista italiana, ma a vocazione internazionale, come dimostra la distribuzione, dal 3 al 7 maggio, in Algeria nel corso dell’edizione 2016 del Batimatec. Seguiranno, nel secondo numero, la presenza a Tecnargilla di Rimini, al Cersaie e al Saie di Bologna.

La rivista affronta i temi della produzione made in Italy, sia di macchine da produzione che di prodotti in laterizio. La struttura si caratterizza in particolar modo per l’autorevolezza dell’Associazione che introduce alla lettura con un intervento del Presidente Di Carlantonio sulla cultura del laterizio oggi:

“…La tipica colorazione rossa ha decorato le facciate dei nostri palazzi, ha rivestito i nostri tetti. Patrimonio da custodire e da valorizzare, perché ancora oggi il laterizio è un materiale nobile, capace di adattarsi alla creatività degli architetti, di garantire qualità tecnica, di assicurare sicurezza strutturale, efficienza energetica, comfort e salubrità. E lo sa fare, ieri come oggi, per un tempo illimitato. Oggi gli impianti di produzione sono robotizzati, hanno dimensioni enormi, tunnel dalla bocca larga 20 m, che si estendono per 100 m; la produzione è orientata alle grandi quantità lavorate, alla velocità di cottura, al contenimento dei consumi, all’ottimizzazione degli impatti, allo sviluppo di nuovi e più performanti prodotti…”

In questo numero si segnalano, accanto alle notizie delle aziende, la congiuntura Cresme sull’andamento del settore edilizio nell’ultimo semestre ed il position paper sui CAM e i decreti sull’efficienza energetica. Cuore della rivista sono due articoli tecnici, frutto di ricerche a valere sulle prestazioni acustiche delle pareti in laterizio alla luce della norma di armonizzazione europea e delle tamponature antisismiche sempre in laterizio (www.insysme.eu), che mira a creare nuove opportunità per il settore europeo dell’industria dei laterizi e della filiera delle costruzioni in generale.

Nella sezione finale vengono proposti tre progetti di pregio estetico, architettonico e tecnico - realizzati in laterizio a Milano (Isola 8 di Cino Zucchi), Como (Casa G di Lorenzo Guzzini) e Casalgrande (Old House di Kengo Kuma) - in grado di far apprezzare come anche nell'architettura contemporanea di grande profilo il laterizio italiano è ancora in grado di fare.

La rivista si completa delle schede prodotto delle tecnologie per la produzione del laterizio, redatte nella duplice versione linguistica italiano - inglese. Tra gli aspetti di multimedialità, la presenza in gran parte delle sezioni presenta di QRcode in grado di aumentare le informazioni connesse ai temi trattai.

La rivista, che come detto è in fase di diffusione ad un indirizzario italiano ed estero, è consultabile in versione pdf