A PORTA A PORTA si è parlato del terremoto di Amatrice, presenti Zambrano e Cialente

24/08/2016 2223

Porta a Porta questa sera dedicata al terremoto di Amatrice.

Tra i presenti il sindaco Cialente: “Noi abitiamo in case di cui non sappiamo nulla. E’ arrivato il momento in cui ogni edificio abbia un fascicolo descrittivo. Questo è il primo passaggio per un paese civile. Quando compriamo oggi una casa ci preoccupiamo dei bagni, dei parquet, dei panorami, ma non sappiamo nulla della sicurezza. Ci saranno lobby contrarie come quella degli immobiliaristi che sono contrari, ma dobbiamo farlo”

Ha risposto il Ministro Delrio “Chiarente ha ragione, è la strada giusta. Questo governo è partito col piede giusto, dobbiamo accelerare. Questo evento deve farci lavorare più velocemente, noi stiamo lavorando da tempo a delle linee guida per la classificazione degli edifici”

Intervenuto anche il presidente del CNI, Armando Zambrano: “In questi ultimi 40 anni abbiamo speso 140 miliardi di euro in interventi di ricostruzione. Sono tanti soldi, che avremmo potuto spendere per la prevenzione”.

Attaccato da Vespa sul ruolo degli ingegneri che non hanno saputo progettare delle strutture sicure, ha poi ricordato come le norme sismiche siano più recenti rispetto alla costruzione di molti edifici.
Zambrano è tornato sull’importanza della prevenzione. “Occorre avviare un percorso che arrivi al fascicolo del fabbricato, e poi sulla base delle valutazioni fatte, arrivare a un obbligo di intervento per il miglioramento degli edifici non sicuri”.