Appalti sotto soglia: pronte le linee guida definitive ANAC

11/11/2016 2982

Tra le disposizioni delle linee guida Anac per gli appalti sotto soglia, si stabilisce che per gli appalti sotto i 40 mila euro (piccole imprese e professionisti), sarà sostituire i requisiti di fatturato con il possesso di una copertura assicurativa contro i rischi professionali sotto i 40mila euro

Sono pronte, le linee guida definitive dell’ANAC sugli appalti sotto soglia riferite al Nuovo Codice Appalti: in linea con le osservazioni del Consiglio di Stato, per gli appalti sopra i 500 mila euro deve sempre essere attivata una procedura di gara a meno di non riuscire a motivare la convenienza con una scelta diversa.

E’ questa, la principale novità delle linee guida definitive sugli appalti sotto soglia licenziate dall’ANAC: le stazioni appaltanti devono quindi motivare “il mancato ricorso a procedure ordinarie che prevedono un maggior grado di trasparenza negli affidamenti”.

Tutti gli atti relativi alle procedure sottosoglia (tra 40 mila euro e 5,2 milioni), inoltre “sono soggetti agli obblighi di trasparenza previsti dall'art. 29 del Codice”. Inoltre “l'avviso sui risultati della procedura di affidamento contiene l'indicazione dei soggetti che hanno effettivamente proposto offerte e di quelli invitati”.

Le linee guida ribadiscono anche che per gli appalti sotto i 40mila euro, dove è comunque permesso l'affidamento diretto da parte del Rup, è preferibile poter disporre di almeno due preventivi. In questo modo, infatti, secondo l'Anac, si assolve anche all'obbligo di motivare l'economicità dell’affidamento e il rispetto dei principi di concorrenza.

Per quel che riguarda la partecipazione agli appalti delle piccole e piccolissime imprese (e questa parte interessa in particolare i professionisti tecnici), ci sono alcune indicazioni facilitative, ad esempio quella che permette di sostituire i requisiti di fatturato con il possesso si una copertura assicurativa contro i rischi professionali sotto i 40mila euro.

L'Anac precisa anche che:

  • -per partecipare alle procedure sotto i 150mila euro deve essere sempre considerata sufficiente l'attestazione Soa;
  • sotto questa soglia è confermata la possibilità di richiesta delle offerte via posta elettronica certificata;
  • resta possibile l'esclusione automatica delle offerte nelle procedure presidiate da più di dieci concorrenti.
  • viene aggiunto l'obbligo di motivare la scelta del massimo ribasso.

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su