NTC 2018: anche Borrelli e Minniti hanno firmato le Norme Tecniche, ora la pubblicazione in GU

Dopo l’OK del Presidente del Consiglio Superiore dei LLPP Massimo Sessa, la firma del Ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio è arrivata anche quella di Marco Minniti, Ministro degli Interni e del Capo Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli

La firma del Decreto delle NTC ha così una data, il 17 gennaio 2018.

NORME TECNICHE COSTRUZIONIDopo la pubblicazione in Gazzetta ufficiale, l’entrata in vigore avverrà dopo 30 giorni.

Con la firma del decreto per le norme tecniche sulle costruzioni 2017 il programma del Presidente Massimo Sessa puo’ ora realizzarsi completamente,con la pubblicazione dei tre documenti:

  • NTC 2018
  • Circolare di istruzione delle NTC 2018
  • Appendici agli Eurocodici 2018    

I primi commenti ufficiali sulle Norme Tecniche 

Abbiamo sentito il Presidente del Consiglio Superiore dei LL.PP., l'ing. Massimo Sessa, per avere maggiori informazioni.

Il presidente si è dichiarato "molto soddisfatto della conclusione di questo lungo iter che ha portato alla emanazione delle nuove Norme Tecniche. Ora il documento verrà ripreso da una delle prossime Gazzette Ufficiali, con i tempi necessari per consentire l'inserimento di un testo così lungo e articolato." Per quanto riguarda la Circolare riportante le Istruzioni sulle NTC Sessa ha evidenziato che i lavori proseguono a ritmo sostenuto, per arrivare nei tempi più brevi alla pubblicazione anche di questo documento. Per i cosiddetti NAD i tempi saranno più lunghi, ma solo per problemi burocratici.

MASSIMO-SESSA-CONSIGLIO-SUPERIORE-LL-PP.jpg"Con questo testo" ha aggiunto il presidente Sessa "portiamo a compimento una riforma organica e contemporanea, che porta l'Italia ad avere - soprattutto per quanto riguarda gli edifici esistenti - un impianto normativo che diventa non solo un riferimento nazionale ma internazionale. Il sistema che avremo in vigore, NTC e SISMA BONUS, darà slancio e supporto per un miglioramento sostanziale del patrimonio immobiliare e infrastrutturale italiano, con riflessi sulla sicurezza dei cittadini e del Paese, sul rilancio del settore delle costruzioni, la riqualificazione delle periferie, la messa in sicurezza del patrimoni storico."  

Un lavoro durato alcuni anni e che ha visto la collaborazione di tanti esperti e la risoluzione di tante problematiche: "Devo ringraziare tutti coloro che hanno collaborato non solo alla stesura delle norme tecniche delle costruzioni, ma anche chi ragionando non da coorporazione ma con l'obiettivo più nobile della salvaguardia del citadino e del territorio, ha saputo trovare le soluzioni per un'accettazione trasversale di ogni decisione. In particolare quindi i Consigli Nazionali delle Professioni e i rappresentanti del mondo accademico che, sottolineo, si sono prestati gratuitamente a questo difficile lavoro."

Come ha sottolineato Sessa la grande novità delle NTC è quella del miglioramento sismico "Un cambiamento epocale, che ha richiesto al Consiglio Superiore di interfacciarsi con il governo del Paese e delle Regioni per far comprendere l'importanza della nuova visione tecnica ed economica". Ma ci sono novità non solo nel capitolo 8. Sessa ha sottolineato come le NTC2018 "considerino anche i nuovi materiali da costruzione, come i calcestruzzi fibrorinforzati, e in questo modo diamo un sostegno all'applicazione delle nuove tecnologie e a una industrializzazione del Paese. Temi su cui continua il lavoro attraverso lo strumento dei CIT".

Sessa ci ha tenuto a sottolineare anche l'attenzione dedicata al tema dei controlli "Tramite l'azione del Consiglio Superiore dei LLPP nei correttivi del Codice degli Appalti, in cui si è introdotta l'importante novità che i controlli non possono essere più soggetti a sconti, e con la nuova versione del Capitolo 11 delle norme tecniche abbiamo voluto ribadire che non solo la progettazione, ma anche l'esecuzione dell'opera e i controlli devono essere qualificati."

Sulla Circolare, che è in fase avanzata di realizzazione, abbiamo sentito il prof. Franco Braga, che ha coordinato la Commissione Redattrice (ora il documento è in mano alla commissione relatrice, presieduta dall'Ing. Emanuele Renzi, Dir. del Servizio Tecnico Centrale): “Il motto di queste norme tecniche, grazie al sostegno del Presidente Sessa, è sicuramente quello del meno rischio per tutti, piuttosto che sicurezza per pochi. E di fatto sono il Capitolo 8 delle NTC e la relativa sezione della circolare le parti che hanno avuto la maggiore revisione rispetto ai vecchi riferimenti. I nuovi testi sono così anche più vicini al Sisma Bonus, che è basato propri sul concetto di rischio, e forse sarebbe opportuno prevede un documento ponte del Consiglio Superiore tra NTC, Circolare e Sisma Bonus."

Per quanto riguarda gli appendici agli Eurocodici abbiamo sentito anche il prof. Luca Sanpaolesi, che ha coordinato i lavori preparatori: "Le appendici agli Eurocodici costituiscono il collegamento tra le NTC nazionali e gli Eurocodici, e sono indispensabili per consentire l’uso nell’ambito della normativa nazionale. Infatti è ben noto che la ”sicurezza strutturale” è di competenza dei Paesi membri, e quindi per l’uso degli Eurocodici - norme europee cui gli esperti italiani hanno collaborato moltissimo - è necessario che i parametri di sicurezza da utilizzare con gli Eurocidici siano coerenti con quelli delle NTC 2018. E le appendici agli Eurocodici, predisposte da un’apposito gruppo di lavoro nell’ambito del Consiglio Cuperiore dei LLPP, garantiscono appunto questa “coerenza”.

Si possono applicare le vecchie NTC ?

Le vecchie norme si potranno utilizzare ancora per le opere private le cui parti strutturali siano in corso di esecuzione o per le quali sia già stato depositato il progetto esecutivo, e per le opere pubbliche in corso di esecuzione, con contratti già firmati o con progetti definitivi o esecutivi già affidati.

NTC 2008 - NTC 2018: 10 anni di lavoro 

Si conclude così un periodo molto intenso delle attività del Consiglio Superiore, che negli ultimi 12 mesi ha pubblicato le Linee Guida per il SISMA BONUS, il Decreto Legislativo 106 sui prodotti da Costruzione, il contributo al correttivo al Codice degli Appalti (tra cui il fatto che le prove di controllo non sono più suscettibili di ribasso), il decreto contente i parametri per la ricostruzione nell'area del Sisma Centro Italia, ha licenziato il Decreto sui Livelli di Progettazione, ha prodotto i documenti di riferimento per la Certificazione di Idoneità Tecnica dei sistemi di rinforzo FRP, le Linee Guida sulla posa e sul controllo del calcestruzzo, il Decreto Legislativo 106 sui prodotti da Costruzione … e molto altro, oltre all'attività ordinaria del Consiglio.

Un impegno continuo che vede coinvolto in primis il Servizio Tecnico Centrale del Consiglio Superiore dei LL.PP. Tra le tante cose ricordiamo infatti che sono in piena attività i lavori per la realizzazione della Circolare riportante le Istruzioni sulle NTC, delle Linee Guida sui Calcestruzzi Fibrorinforzati (Progettazione e qualificazione), delle Linee Guida sulle Scaffalture in zona sismica, dei documenti per la Certificazione di Idoneità Tecnica dei sistemi di rinforzo FRCM  (Progettazione e qualificazione) e sono partiti i lavori del tavolo tecico del DPR 380 (fondamentale per il sistema normativo nazionale). Nel frattempo il servizio ha fatto centinaio di autorizzazioni, oltre 200 ispezioni, e molto altro che si sentono sul mercato.

Tante attività che richiedono risorse, e su questo Massimo Sessa ha voluto evidenziarci "un ringraziamento al Ministro Delrio, che nell'ultima finanziaria ha inserito un rafforzamento del Servizio Tecnico Centrale con 20 ingegneri. In questi ultimi anni il Consiglio Superiore dei LLPP ha infatti recuperato quella centralità nel settore delle costruzioni, e non solo sul piano normatico, che si rifà al progetto originale del Conte Camillo di Cavour, che già nell'ottocento aveva capito la necessità di dare un riferimento certo sui temi del costruire nel nostro Paese."

Sul tema delle Norme Tecniche INGENIO aveva dato per primo la notizia che Sessa e Delrio avessero dato l’OK al decreto e ha già predisposto una serie di approfondimenti che è possibile trovare in questo speciale NTC2018