Il BIM in tutti gli studi di progettazione

ACCA software 13/09/2018 972

Con la nuova versione BIM ONE di Edificius ACCA offre ai tecnici lo strumento ideale per garantire collaborazione tra progettisti, interoperabilità dei software, perfetta integrazione tra i processi di lavoro, facilitando l’accesso della tecnologia BIM in tutti gli studi di progettazione

Qualche anno fa la Stanford University, attraverso un’analisi condotta dal CIFE (Centre for Integrated Facilities Engineering), ha esaminato come i vari professionisti coinvolti nel progetto possano trarre importanti benefici dall’utilizzo del modello BIM.

Hanno calcolato che il BIM consente

  • di eliminare del 40% i cambiamenti non preventivati
  • di ridurre dell’80% il tempo richiesto per generare un preventivo di spesa
  • di avere maggiore accuratezza nella stima dei costi, con un margine di errore di massimo il 3%
  • di avere un risparmio fino al 10% del valore del contratto grazie all’eliminazione di divergenze
  • di avere una riduzione del 7% dei tempi per il progetto

Ecco perché, grande o piccola che sia la dimensione dello studio di progettazione, non è più possibile rinunciare a questi vantaggi, non è più possibile rinunciare al BIM.

Il BIM non è soltanto una tecnologia innovativa, ma rappresenta un nuovo modo di lavorare.

Nasce dalla volontà di andare verso la collaborazione tra i progettisti, l’interoperabilità dei software, l’integrazione tra i processi e la sostenibilità.
Il BIM è un metodo di progettazione collaborativo perché consente di integrare in un unico modello le informazioni utili in ogni fase della progettazione: architettonica, strutturale, impiantistica, energetica e gestionale.

Il modello BIM contiene ed integra informazioni che riguardano l’edificio o le sue parti come la localizzazione geografica, la geometria, le proprietà dei materiali e degli elementi tecnici, le fasi di realizzazione, le operazioni di manutenzione.
Per questo può essere utilizzato dagli impiantisti, dagli ingegneri strutturisti, dagli architetti, dal costruttore, dai montatori, dai collaudatori ecc.

La partecipazione attiva, l’accesso a informazioni sempre aggiornate e il coordinamento imposto dalla condivisione di un unico modello riduce infatti drasticamente il tasso percentuale di errori e incongruenze, abbassando come conseguenza il numero di modifiche e, in ultima istanza, i costi di progettazione, rendendo il tutto più economicamente sostenibile.

Da ACCA, leader italiano del software e della tecnologia BIM, ecco un grande contributo alla diffusione del BIM in tutti gli studi tecnici italiani: la nuova versione di Edificius, l'unico software BIM italiano per la progettazione architettonica ad aver ottenuto la certificazione di buildingSMART international per l'import e l'export nel formato IFC.

Edificius BIM ONE punta ad aumentare le integrazioni e le interconnessioni del modello architettonico BIM con i vari processi di lavoro e con i diversi stakeholders impegnati nel processo di progettazione.

La nuova versione di Edificius esalta alcuni aspetti del processo BIM:

  • aumentando l’integrazione tra le varie fasi di costruzione del modello
  • aumentando le possibilità di lavoro collaborativo nella fase di progettazione architettonica del modello

Edificius BIM ONE e l’integrazione spinta con la progettazione impianti, il rilievo con nuvole di punti, la programmazione dei lavori, la presentazione multimediale dei progetti e la realtà virtuale immersiva

      edificius-il-bim-per-tutti-1.JPG 

Edificius BIM ONE: la progettazione architettonica si integra con la progettazione Impianti (MEP)

Edificus BIM ONE è il primo BIM italiano in grado di integrare la modellazione di architettura e impianti per avere una visione d’insieme del sistema edificio-impianto, valutare la coerenza spaziale delle reti impiantistiche, evitare l’interferenza con le funzionalità e l’estetica degli ambienti.

Con Edificius-MEP (progettazione di impianti MEP - meccanici, elettrici ed idraulici) consente di progettare facilmente l’impianto direttamente in 3D.

Edificius-MEP ha caratteristiche uniche nel panorama della modellazione BIM di impianti MEP grazie a innovative funzioni di modellazione 3D. Non è necessario, come in altri Authoring BIM di progettazione MEP, modellare l’impianto in viste di sezione, con Edificius MEP si opera sempre in 3D in modo semplice e intuitivo. 

edificius-il-bim-per-tutti-2.JPG

Edificius-MEP consente di seguire il flusso di progettazione in modo naturale definendo i LOD di progetto in maniera progressiva. Il tecnico modella l’impianto tramite oggetti 3D parametrici e solo quando ha raggiunto il grado di dettaglio progettuale opportuno, sostituisce l’oggetto parametrico con l’oggetto commerciale individuato. Questo flusso di lavoro non obbliga il progettista a popolare preventivamente il catalogo di progetto con oggetti commerciali da utilizzare nella modellazione e rende tutto il processo più libero e naturale.

Edificius-MEP è un ambiente di lavoro specifico integrato all’interno del software di progettazione architettonica Edificius, ma è disponibile anche come software indipendente e specialistico

Edificius BIM ONE e le nuove funzioni d’integrazione del rilievo edile con nuvole di punti

La nuova versione BIM ONE di Edificius importa le nuvole di punti 3D del rilievo ottenute da foto digitali o da rilievi fatti con laser scanner e consente di desumerne un modello BIM tramite funzioni specifiche che velocizzano la modellazione.

La ricostruzione del modello BIM da nuvole di punti importate in Edificius BIM ONE è facilitata da specifiche funzioni di vettorializzazione e dal riconoscimento semplificato di shell e di punti di sovrapposizione tra modello digitale BIM e modello digitale rilevato dalla costruzione esistente.

L’inserimento di elementi vettoriali sui punti del rilievo consente il riconoscimento ed il posizionamento semplificato degli oggetti da usare per la modellazione BIM.

Funzioni avanzate di Intelligenza Artificiale consentono il riconoscimento di oggetti uguali nella nuvola di punti del rilievo e la riproposizione automatica di oggetti nel modello BIM corrispondente.

Funzioni specifiche per la sovrapposizione tra nuvola di punti e modello BIM consentono di sovrapporre i materiali della costruzione reale al modello digitale. Funzionalità avanzate permettono, inoltre, di creare texture di materiali riprese dal rilievo per corredarne il progetto BIM e renderlo veramente realistico.

Edificius BIM ONE con funzioni avanzate di presentazione del progetto: nuove opportunità per la produzione di rendering e video

La comunicazione delle caratteristiche di un progetto tra i vari stakeholders è un aspetto fondamentale del Building Information Modeling.

Se il committente non è in grado di comprendere perfettamente le soluzioni studiate dai progettisti non c’è chiarezza sul rispetto dei requisiti progettuali.

Questo è il motivo per cui da sempre Edificius ha integrato funzioni avanzatissime di rappresentazione come il rendering ed il rendering real time con la modellazione BIM.

La nuova versione BIM ONE di Edificius implementa nuove funzioni o si integra dinamicamente con la nuova versione di RTBIM per migliorare la qualità e le opportunità di presentazione del progetto. L’utilizzatore del programma ha nuove opportunità per produrre rendering statici e video con risultati straordinariamente veloci e professionali.

edificius-il-bim-per-tutti-3.JPG 

I nuovi rendering statici

I nuovi rendering statici si possono ottenere attraverso due modalità distinte: direttamente attraverso le nuove funzioni di Edificius BIM ONE o attraverso l’integrazione del software con la nuova versione di RTBIM, il motore di Real Time Rendering.

Edificius BIM ONE include un nuovo processore per ottenere immagini di rendering statici ancora più fotorealistiche. Il risultato si ottiene grazie a nuovi algoritmi di renderizzazione e texture di altissima qualità. Le funzioni di rendering della nuova versione BIM ONE di Edificius rimangono semplici ed intuitive come quelle delle precedenti versioni e permettono di ottenere un risultato di alta professionalità.

edificius-il-bim-per-tutti-4.JPG
Grazie all’integrazione tra Edificius ed RTBIM, il motore di real time rendering, il progettista ora può avere anche rendering statici professionali in tempo reale. La visualizzazione in real time rendering del modello BIM che consente di viaggiare dinamicamente nel progetto con materiali, luci ed effetti può essere fermata su qualsiasi immagine per ottenere un render fotorealistico statico.

Sull’immagine bloccata si settano i parametri di visualizzazione come contrasti, luce, effetti o si dispongono illuminazioni ad hoc per ottenere il risultato desiderato. In pochissimo tempo si ottiene un render statico di alta professionalità senza attendere neanche un minuto per il processo di renderizzazione. E’ un modo semplice e veloce per ottenere un risultato molto professionale.

I nuovi video dal BIM 4D ed i nuovi video dinamici dal real time rendering

Ci sono due nuovi tipi di video che si possono ottenere con la nuova versione di Edificius BIM ONE.

Edificius BIM ONE implementa la Time Line per la programmazione dei lavori (BIM 4D) con nuove funzioni di registrazione video. Diviene possibile creare un cronoprogramma delle fasi che si succederanno durante l’esecuzione dell’opera attraverso l’associazione di oggetti del modello BIM ai tempi di realizzazione. La programmazione delle attività e l’associazione degli oggetti BIM ai tempi di esecuzione permette di prevedere come si svolgerà l’esecuzione della costruzione. Il processo di realizzazione può essere filmato per produrre facilmente un video.

Edificius BIM ONE, inoltre, se integrato alla nuova versione di RTBIM, l’ambiente di real time rendering, diviene un vero e proprio tool di video editing.

Si crea facilmente un vero set cinematografico virtuale in cui riprendere il modello BIM:

  • visualizza solo gli oggetti del modello desiderati
  • visualizza gli oggetti secondo i relativi tempi di realizzazione
  • fissa telecamere nel modello
  • definisce percorsi di registrazione
  • scatta foto
  • registra filmati

Il materiale di rappresentazione prodotto viene catalogato in diversi rullini e può essere montato facilmente in una time line stabilendo la successione e le transizioni di video, immagini, piante, sezioni, assonometrie, viste, oggetti… Tutto può entrare con un semplice drag and drop a far parte del video.

Alla time line, che indica gli elementi da vedere in successione con le opportune transizioni, si può sovrapporre una seconda time line per integrare dinamicamente gli effetti (nebbia, pioggia, percorso solare, ecc.) alle scene.

I video BIM creati con l’integrazione tra Edificius BIM ONE e la nuova versione di RTBIM sono legati al modello BIM in maniera dinamica. Esattamente come accade con le piante, le sezioni, le assonometrie e le altre rappresentazioni generate dal modello 3D, i filmati cambiano automaticamente nel caso in cui vengano apportate modifiche al modello. 

Con la nuova versione BIM ONE di Edificius integrata alla nuova versione di RTBIM i clienti possono vedere e controllare tutti i particolari del progetto con rappresentazioni sempre aggiornate alle ultime versioni del progetto e rimanere strabiliati dalle capacità rappresentative e dalla professionalità del progettista.

Le nuove funzioni per la redazione di Video Dinamici in real time rendering consentono presentazioni professionali anche per concorsi progettuali senza la necessaria consulenza di specialisti e senza costi enormi. Si riesce a fare tutto all’interno dello studio di progettazione, con risultati professionali e dinamicamente connessi ad eventuali modifiche del progetto.

Edificius BIM ONE e le integrazioni con Edificius-VRI

La nuova versione BIM ONE di Edificius si integra con il nuovo ambiente di lavoro di Edificius-VRI dedicato alla Realtà Virtuale Immersiva.

Edificius-VRI è il primo ambiente di lavoro di realtà virtuale immersiva dinamicamente connesso ad un Authoring BIM dedicato alla progettazione architettonica. L’integrazione tra Edificius e Edificius-VRI permette di creare modelli BIM da esplorare e con cui interagire tramite tecnologia di realtà virtuale immersiva.

L’integrazione dinamica tra Edificius ed Edificius-VRI comporta vantaggi enormi e permette di avere con semplicità:

  • modelli da navigare in realtà virtuale immersiva direttamente da un software di progettazione architettonica BIM
  • modifiche in tempo reale del modello che si sta navigando in realtà immersiva tramite il software di progettazione architettonica BIM dinamicamente connesso
  • modifiche del modello BIM nel software di progettazione architettonica dall’ambiente di realtà virtuale immersiva durante la navigazione del modello

Con l’integrazione dinamica tra progettazione architettonica BIM e realtà virtuale immersiva si aprono nuove frontiere alle esperienze di progettazione e alla fruibilità del modello BIM da parte dei vari stakeholders che partecipano al processo di creazione e manutenzione del modello digitale.

Implicazioni molto interessanti nascono nell’interazione con la committenza che può essere implicata direttamente in scelte decisionali in fase di progetto a partire da decisioni semplici come quelle di arredo o  relative alle finiture, fino ad arrivare a più impegnative scelte funzionali-architettoniche. Il modello BIM può essere modificato dinamicamente dal progettista con il software di progettazione architettonica mentre il committente viaggia nel modello in realtà virtuale immersiva per avere dei feedback immediati sulle scelte di progetto più opportune.

Edificius-VRI apre anche la possibilità di integrazioni del modello BIM con esperienze di AR (Realtà Aumentata) che molte opportunità può offrire in fase manutentiva del manufatto realizzato.

Edificius BIM ONE si arricchisce dell’ambiente Edificius-CW per il lavoro collaborativo: lavorare in più persone su uno stesso modello architettonico BIM ora è possibile

Il nuovo ambiente di lavoro Edificius-CW (Collaborative Working) implementa funzioni di condivisione in Edificius che consentono a più utenti di lavorare contemporaneamente su uno stesso progetto. 

Le funzioni di condivisione del lavoro dell’ambiente Edificius-CW presuppongono l’esistenza di un modello centralizzato che viene suddiviso in modelli gestiti separatamente, ma collegabili tra loro.

edificius-il-bim-per-tutti-5.JPG 

I sottomodelli su cui lavorare possono essere individuati in relazione alle caratteristiche del progetto (per esempio il caso di un campus composto da differenti edifici) o agli ambienti di lavoro (architettura, terreno, impianti, ecc.) nel caso in cui diversi specialisti lavorino contemporaneamente allo stesso progetto.

E’ possibile lavorare in più tecnici del team anche nello stesso ambiente di lavoro, per esempio quello architettonico, specificando l’ambito di livelli, di oggetti o di attività (imputazione, creazione di elaborati, ecc.) su cui si intende operare.

Le funzioni di condivisione dell’ambiente Edificius-CW presuppongono la scelta di workset specifici che individuano ambiti di lavoro e sottomodelli a cui i diversi tecnici vengono abilitati ad operare ed un’attività di distribuzione dei workset stessi.

SCOPRI IL NUOVO EDIFICIUS BIM ONE