Sicurezza nelle forniture di calcestruzzo: compendio su ruoli e responsabilità

Ance e CNI hanno messo a punto il Focus n° 1 (novembre 2018) intitolato “Sicurezza nelle forniture di calcestruzzo: ruoli e responsabilità”

Sicurezza delle forniture di calcestruzzo: il vademecum

Una vera e propria guida sulle forniture in calcestruzzo, per quanto riguarda ruoli e responsabilità: l'hanno redatta assieme l'ANCE e il CNI: in sintesi – spiega la circolare del CNI n.315 del 14 novembre 2018 - il "focus" evidenzia il fatto che il coordinamento tra i vari soggetti che operano nei cantieri edili è necessario per garantire adeguati livelli di sicurezza.

Il coordinamento è richiesto dal legislatore del Testo Unico sulla sicurezza (d.lgs. 81/2008) nel caso delle mere forniture di calcestruzzo in cantiere: la fornitura di materiali non prevede l'obbligo di redazione del POS (Piano Operativo di Sicurezza), bensì l'informazione reciproca e il reciproco coordinamento fra impresa affidataria e impresa fornitrice, ai sensi dall'articolo 26, commi 1 e 2. Tale compito è posto in capo all'impresa esecutrice.

Forniture di calcestruzzo: le pietre miliari

  1. la distinzione fra mera fornitura, che prevede l’applicazione dell’art. 26 sopracitato, e posa in opera del calcestruzzo, per la quale invece è necessario redigere il POS, sta proprio nel concetto che si tratta di mera fornitura di calcestruzzo nel caso in cui il lavoratore non tiene e non manovra il terminale in gomma della pompa o la benna, il secchione e la canala nel caso di scarico da autobetoniera;
  2. la discriminante non è l'uso della pompa o dell'autobetoniera, quanto la partecipazione alla posa in opera che si esplica, appunto, nello svolgimento da parte del lavoratore dell'impresa fornitrice di operazioni che competono ai lavoratori dell'impresa esecutrice;
  3. i documenti informativi scambiati fra le due imprese sono, ai fini preventivi, più efficaci di un POS i cui contenuti minimi, imposti dal Testo Unico sulla Sicurezza, non possono essere rispettati da un fornitore di calcestruzzo per mancanza delle informazioni richieste dal legislatore.