Micro-cogenerazione: cosa ne impedisce il vero sviluppo?

Micro-cogenerazione: le problematiche del presente e le soluzioni future

A proposito di micro-cogenerazione

microcogenerazioneLa micro-cogenerazione è una tecnologia che consente la produzione simultanea di calore ed energia elettrica a partire da una fonte energetica primaria, in genere gas naturale. Si tratta di una tecnologia flessibile in grado di gestire fabbisogni termici ed elettrici con esigenze di consumo differenti. L’efficienza energetica della micro-cogenerazione può essere superiore a 95% e il risparmio di energia primaria si aggira intorno al 20% rispetto alla produzione separata di calore ed energia elettrica. 

Micro-cogenerazione: una tecnologia non ancora matura

La spesa di investimento relativa all’installazione di un micro-cogeneratore è elevata e spesso non risulta giustificata dai risparmi ottenuti. Per questo motivo lo sviluppo della micro-cogenerazione sembra possibile solo se favorito da scelte di politica energetica e ambientale. 

L’installazione di un micro-cogeneratore consente di accedere al meccanismo dei Certificati Bianchi; tale meccanismo permette l’ottenimento di titoli di efficienza energetica (TEE).

Un’altra possibilità di finanziamento per interventi che riguardano la micro-cogenerazione potrebbe essere costituita dal Conto Termico, tuttavia il Conto Termico 2.0 non prevede, tra gli interventi ammessi, l’installazione di micro-cogeneratori. È perciò auspicabile il reinserimento di tali interventi tra quelli incentivabili dal Conto Termico.

Quali sono le prospettive future?

Per il futuro si prospetta un ruolo più ampio, per la micro-cogenerazione, rispetto a quello di strumento di efficienza energetica. Tramite questa tecnologia è infatti possibile l’integrazione tra fonti rinnovabili per la produzione di energia elettrica e termica, il miglioramento della qualità dell’aria e la flessibilità dell’impianto elettrico.

Per raggiungere un modello di mercato elettrico favorevole alla concorrenza è fondamentale la partecipazione dei cosiddetti prosumer, in questo contesto trovano posto anche i micro-cogeneratori che permettono all’utente non solo di coprire il proprio fabbisogno elettrico, rendendolo indipendente dalla rete, ma anche di ottenere un surplus di energia elettrica da vendere ad altri consumatori.