Un indicatore composito per la sostituzione dei contatori idrici in un sistema di distribuzione urbano

All’interno di un sistema di distribuzione, i contatori volumetrici a turbina sono gli strumenti più diffusamente utilizzati per la misura dei consumi idrici degli utenti. Essi forniscono dati indispensabili all’ente gestore per l’emissione delle fatture, la redazione del bilancio idrico del sistema, l’identificazione di rotture o malfunzionamenti, di furti d’acqua e di comportamenti anomali degli utenti. E’ evidente pertanto l’importanza di tali strumenti di misura per la gestione tecnica ed economica del servizio idrico. I contatori sono intrinsecamente caratterizzati da errori di misura che vengono spesso trascurati dai gestori del servizio idrico, generando una parte delle cosiddette perdite idriche apparenti: volumi idrici consegnati alle utenze ma non contabilizzati.
Il presente studio ha l’obiettivo di offrire ai gestori del servizio idrico uno strumento che consenta l’analisi delle prestazioni dei contatori durante il loro esercizio e suggerisca, di conseguenza, una strategia di sostituzione degli stessi, al fine di ridurre al minimo le perdite apparenti legate alla sottomisurazione dei contatori. La procedura proposta per l’analisi delle prestazioni si basa sulla determinazione di un “Indicatore di Sostituzione” ottenuto come combinazione di alcuni dei parametri che influenzano significativamente l’accuratezza di tali strumenti di misura come l’età del contatore, la pressione in rete, il volume idrico che attraversa lo strumento di misura.
Un’analisi Monte Carlo è stata condotta al fine di testare l’affidabilità e la robustezza dell’indicatore proposto. La metodologia proposta è stata applicata a un caso di studio reale: un piccolo distretto di misura identificato all’interno della rete di distribuzione della città di Palermo (Italy).

La presente memoria è stata al quinto seminario su “La diagnosi e la gestione dei sistemi idrici” - Roma 16-17 giugno 2011