TAV Torino Lione: 20 miliardi di euro il costo dell'opera

09/01/2019 2769

Fonti Mit:

toninelli-danilo.jpgIl riferimento del Ministro Toninelli alla cifra complessiva di almeno 20 miliardi (tratta internazionale e tratte nazionali) per il Tav Torino-Lione si desume dalla somma delle seguenti voci. 

Innanzitutto i 9,6 miliardi attualizzati (Cipe 2017) più 1,4 miliardi di studi, indagini geognostiche e gallerie esplorative (lavori già effettuati e con un consistente contributo europeo di circa 600 milioni in capo all’Unione europea) per il tunnel di base.

Dunque, la sola tratta internazionale costa complessivamente circa 11 miliardi.

I contributi Ue (su cui per adesso non esiste alcun documento scritto, ma un impegno programmatorio) dovrebbero ammontare al 40% sul costo complessivo (poi c’è un altro mero impegno verbale per l’innalzamento al 50%). Di conseguenza, la quota italiana del tunnel di base vale circa 3,4 miliardi considerando soltanto i 9,6 miliardi del tunnel in senso stretto. 

Non si capisce, dunque, da dove si desuma che la parte nostrana del tunnel di base valga in tutto 2,8 miliardi, come qualcuno afferma (questa è la cifra autorizzata dal Cipe per due lotti costruttivi, i quali naturalmente non esaurirebbero la quota a carico dell'Italia). 

Allo stesso modo, la tratta nazionale impegna 1,7 miliardi dopo la cancellazione dei 2,7 miliardi della Bussoleno-Avigliana (per quanto ne rimanga traccia in 200 milioni di finanziamenti a Rfi). Quindi, ricapitolando, siamo già a 11 più 1,7 miliardi. Ossia quasi 13 miliardi, di cui oltre 11 ancora da spendere. 

In ultimo, la tratta francese valeva 7,7 miliardi con valuta 2011: attualizzata, dovrebbe costare non meno di 8,5 o 9 miliardi. Ed è una stima prudente.

Di conseguenza, il conto complessivo supera agilmente i 20 miliardi cui faceva riferimento Toninelli.