Calcolare le prestazioni energetiche degli edifici con l'ultima versione di EC700. Tutte le novità

08/03/2019 2212

700v9.jpg

Calcolo dinamico orario, importazione file IFC, specifica tecnica UNI/TS 11300-2:2019: le principali novità EC700 V.9

Le principali novità EC 700 V.9

  • Calcolo delle prestazioni energetiche dell’edificio in regime dinamico orario secondo la norma UNI EN 52016-1:2018.
  • Importazione dei file IFC.
  • Adeguamento alla specifica tecnica UNI/TS 11300-2:2019.
  • Adeguamento alla 3a serie di FAQ del Ministero per lo Sviluppo Economico (dicembre 2018).

EC700 consente di calcolare le prestazioni energetiche degli edifici in conformità alle specifiche tecniche UNI/TS 11300, considerando tutti i servizi previsti dalla specifica tecnica UNI/TS 11300-5 (climatizzazione invernale, climatizzazione estiva, produzione di acqua calda sanitaria, ventilazione, trasporto di persone o cose ed illuminazione).

Il software, da sempre contraddistinto da un estremo rigore scientifico, è frutto di un’esperienza decennale, grazie alla sinergia tra le Aree Software ed Engineering di Edilclima.

Tra i principali punti di forza del software, si segnalano: un affidabile ed intuitivo input grafico con vista 3D, la definizione grafica ed il calcolo automatico degli ombreggiamenti, una modellazione dettagliata ed articolata dei sottosistemi impiantistici, una presentazione dei risultati estremamente ricca ed efficace, una guida alla compilazione dei dati in funzione della modalità di valutazione (A1, A2, A3) ed affinamenti al calcolo diretti alla diagnosi energetica.

Il software, caratterizzato da una struttura modulare, costituisce il motore di calcolo base. L’abbinamento con molteplici moduli correlati, integrati nel motore di calcolo base o dialoganti con esso, consente di assolvere a tutte le attività connesse ai calcoli progettuali ed energetici (certificazione energetica, verifica dei requisiti di legge, diagnosi energetica di alta qualità, contabilizzazione del calore, progettazione integrata ed acustica).

La nuova versione 9 del software è stata provvista di ulteriori essenziali potenzialità:

  • calcolo delle prestazioni energetiche dell’edificio in regime dinamico orario in conformità alla norma UNI EN ISO 52016-1:2018;
  • importazione automatica dei file IFC;
  • adeguamento alla specifica tecnica UNI/TS 11300-2:2019;
  • adeguamento alla 3a serie di FAQ del Ministero per lo Sviluppo Economico (dicembre 2018).

Introdotto il calcolo dinamico orario

Punto di pregio di EC700 è l’introduzione del nuovo metodo di calcolo dinamico orario delle prestazioni energetiche dell’edificio, in conformità alla norma UNI EN ISO 52016-1:2018. Tale metodologia di calcolo consente, soprattutto per il servizio di raffrescamento ed in caso del settore non residenziale, una valutazione più precisa ed accurata dei fabbisogni energetici dell’edificio, tenuto conto ad esempio dei reali profili di gestione ed utilizzo dell’edificio.

Il software è provvisto di un archivio di dati climatici orari, comprendente, per ogni Comune italiano, i valori orari di temperatura esterna, irradianza solare diretta e diffusa, umidità relativa esterna, pressione del vapore e velocità media del vento (“Anni tipo” forniti dal CTI). In alternativa è possibile acquisire i dati climatici orari da altre fonti, importandoli mediante un file .csv di interscambio dati.

La definizione dei profili d’uso orari (per edifici sia residenziali che non residenziali) è agevolata dalla presenza di archivi integrati nel software, i quali permettono di richiamare profili standard precompilati. È ad esempio possibile definire i profili orari dei seguenti parametri:

  • temperatura interna di set-point, minima (per riscaldamento) e massima (per raffrescamento);
  • umidità relativa interna di set-point, minima (per umidificazione) e massima (per deumidificazione);
  • fattore di occupazione delle singole zone o dei singoli locali;
  • apporti interni sensibili e latenti, dovuti alle persone ed alle apparecchiature;
  • ricambi d’aria per ventilazione naturale;
  • utilizzo di tendaggi e chiusure oscuranti;
  • gestione ed attivazione dell’impianto di ventilazione;
  • altri parametri di maggior dettaglio.

Il calcolo orario degli ombreggiamenti viene effettuato in modo automatico dal software, sovrapponendo sul diagramma del percorso solare il profilo delle ombre dovute ad elementi esterni, balconi, edifici vicini, ecc.

Per ogni ora dell’anno il software fornisce i seguenti risultati, presentati in forma sia grafica sia tabellare ed esportabili in un file csv:

  • il fabbisogno termico per il riscaldamento ed il raffrescamento, necessario per mantenere nell’edificio le temperature di set-point impostate;
  • le temperature interne dell’aria, operante e media radiante;
  • il carico massimo per il riscaldamento ed il raffrescamento;
  • il fabbisogno latente per umidificazione e deumidificazione.

Elemento qualificante del software è un’analisi approfondita dei risultati di calcolo, la quale consente di valutare:

  • il corretto dimensionamento dell’impianto termico in funzione dei profili di utilizzo ed occupazione dell’edificio;
  • le ore di comfort / discomfort delle condizioni interne (in caso ad esempio di sottodimensionamento dell’impianto, il quale non è tale da esaudire il fabbisogno necessario per il raggiungimento delle temperature di set-point);
  • la temperatura interna estiva massima raggiungibile nell’edificio in assenza dell’impianto di raffrescamento (calcolo in “free floating”).

Più collaborazione grazie all'importazione di file IFC

L’importazione dei file IFC consente la piena collaborazione ed interazione tra i progettisti, senza porre alcun limite nella scelta dei software che si desiderano utilizzare per la realizzazione dei modelli architettonici, ma anzi garantendo la completa interoperabilità tra gli strumenti adottati ed EC700.

L’utilizzo di tale nuova funzionalità agevola notevolmente l’attività del progettista, consentendo di evitare le fasi preliminari della modellazione edile (ricostruzione del modello 3D, caratterizzazione dei componenti del fabbricato) ed accedere così direttamente alla simulazione dei sistemi impiantistici ed all’analisi energetica dell’edificio.

Grazie al comando “Aggiorna” è inoltre possibile aggiornare il file IFC precedentemente importato in EC700, senza perdere impostazioni, caratteristiche o configurazioni effettuate attraverso la precedente importazione.

Adeguamento alla UNI/TS 11300-2:2019

Il software consente di effettuare, nella sezione dedicata alla modellazione dell’impianto di acqua calda sanitaria, il calcolo del recupero di calore dai fluidi reflui di scarico delle docce (basato su un fattore correttivo del fabbisogno di energia termica utile per la produzione di acqua calda sanitaria), ai sensi della nuova specifica tecnica UNI/TS 11300-2:2019 (pubblicata il 7 febbraio 2019).

SCARICA LA SCHEDA CON L'APPROFONDIMENTO SULLA VERSIONE 9 DI EC700

Maggiori info al sito di EDILCLIMA