SMART ROAD, MIT rilascia prima autorizzazione a GUIDA AUTONOMA su strada

07/05/2019 762

ROMA, 7 maggio – La Direzione generale Motorizzazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha rilasciato oggi l’autorizzazione alla sperimentazione su strada pubblica del primo veicolo a guida autonoma in Italia.

Si tratta del primo via libera del Ministero che arriva dopo il parere positivo espresso il 22 marzo scorso da parte dell’Osservatorio tecnico di supporto per le Smart Road.

smart-road.jpgCon questo atto formale si dà ufficialmente avvio alle sperimentazioni di veicoli automatici su strada pubblica in Italia.

La direzione competente del Mit ha concluso con esito positivo le necessarie verifiche preliminari di idoneità tecnica alla circolazione del veicolo oggetto della sperimentazione, della VisLab S.r.l., Società controllata da Ambarella Inc, unica finora ad aver presentato domanda di autorizzazione. 

La sperimentazione riguarderà l’ambito urbano e l’ultimo miglio tipo D, E, F di precisi tratti stradali nelle città di Torino e Parma, nel rispetto di tutte le prescrizioni dettate dal gestore delle strade stesse e in presenza di un supervisore in grado di commutare tra operatività automatica e manuale del veicolo, in modo da garantire in ogni circostanza il rispetto massimo della sicurezza.

Informazioni

Alla casella di posta elettronica osservatoriosmartrac@mit.gov.it è sempre possibile inoltrare richieste di informazioni in ambito Smart Road e veicoli automatici e connessi. Le domande di sperimentazione dovranno invece essere inoltrate mezzo PEC a dg.mot@pec.mit.gov.it.


Il progetto Smart Road di Torino

L’iniziativa Smart Road nasce nell’ambito del Decreto Ministeriale del 28 febbraio 2018 “Modalità attuative e strumenti operativi della sperimentazione su strada delle soluzioni di Smart Road e di guida connessa e automatica” pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 19 aprile.

Sulla base di ciò l’Assessorato all’Innovazione di Torino ha aggregato in un partenariato un gruppo di aziende interessate a lavorare su questi temi sul territorio torinese. Il partenariato vede firmatari le seguenti aziende: FCA, General Motors, Daimler, Italdesign, FEV Italia, Magneti Marelli, Swarco Mizar, 5T, TIM, Openfiber, Intel, Torino Wireless, AlfaEvolution Technology (Gruppo Unipol), ANFIA, AMMA, Politecnico di Torino, Università di Torino, Istituto Superiore Mario Boella.

L’ambizione del progetto è di effettuare una prima sperimentazione di auto a guida autonoma entro la fine del 2018. Per raggiungere questo obiettivo i tavoli tecnici si sono messi subito al lavoro sia per la predisposizione del percorso urbano su cui far circolare le auto della sperimentazione, sia per la definizione degli use case di riferimento su cui basare per la sperimentazione.

LINK per saperne di più


Altre informazioni utili: LINK